Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bruni gaffe: inguaia Nicolas con lo show anti-giornalisti

Accuse di spese folli a Sarkò, Carlà sbotta: "Noi gente modesta, ma non parla mai qualche giornalista di destra?"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Alla faccia dell'istinto da crocerossina, Carla Bruni va in soccorso dell'agonizzante (politicamente parlando) Nicolas Sarkozy e con le sue gaffe assesta due colpi bassissimi al presidente e marito, che vede sempre più lontana la rielezioni all'Eliseo. Colpa di un paio di scivoloni con i giornalisti rilanciati da Facebook, Twitter e, soprattutto, sito di Le Monde. Tutto è capitato a margine del faccia a faccia tra Sarkò e il socialista Laurent Fabius. Quando la stampa francese ha incalzato il presidente riguardo a una luculliana cena all'esclusivo ristorante Fouquet's sugli Champs-Elysées nel 2007, subito dopo la vittoria alle presidenziali (in tempi di crisi, esibire ricchezza anche con 5 anni di ritardo evidentemente è peccato...), Carlà non ci ha visto più e ad alta voce ha puntualizzato: "Noi siamo gente modesta...". E rivolgendosi al consigliere economico del marito, Henri Guaino, ha sfoderato un insospettabile astio anti-gauchista (lei, ricchissima di famiglia e radical-chic per eccellenza): "Ma ogni tanto danno la parola a qualche giornalista di destra?". E poi via allo show anti-cronisti, con la frase "Sono tutti dei pinocchio" e il gesto con la mano del naso che si allunga. L'unico a non ridere, forse, è suo marito.  

Dai blog