Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gheddafi finanziò campagna elettorale di Sarkò nel 2007

Il sito Mediapart pubblica documenti in cui si parla di un passaggio di 50 milioni tra libici e staff del futuro presidente

Andrea Turco
  • a
  • a
  • a

Nicolas Sarkozy ha appena superato l'avversario Hollande nei sondaggi in vista del primo turno delle presidenziali, ma potrebbe vedere il suo risicato vantaggio sfumare in un attimo a causa di un nuovo scandalo che investe l'Eliseo. Infatti, secondo il sito Mediapart, l'ormai defunto rais Muammar Gheddafi avrebbe finanziato nel 2007 la campagna elettorale di Sarkozy. Il sito web pubblica alcuni documenti in cui trafficante d'armi fece da tramite tra Brice Hortefeux, poi ministro di Sarkò, e Saif el Ismal, secondogenito del Colonello. Nel testo si parla di un passaggio di "50 milioni di dollari" tra libici e staff del futuro presidente, "su un conto svizzero e uno in una banca panamense" Accuse grottesche - La risposta di Sarkozy non si è fatta attendere. Ha definito "grottesche" le accuse aggiungendo che "se Gheddafi avesse davvero finanziato la sua campagna elettorale si sentirebbe in colpa per non avergli dimostrato la sua riconoscenza". E' stato infatti il marito di Carla Bruni a volere l'offensiva contro il regime del Colonello un anno fa. Se però la notizia dovesse trovar conferma per Sarkò sarebbe difficile bissare il successo del 2007.    

Dai blog