Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beatrice Papetti, si è costituito il marocchino che l'ha travolta e uccisa a Gorgonzola

Beatrice Papetti

L'uomo, 39 anni, con regolare permesso di soggiorno si è convinto ad andare dai carabinieri a denunciarsi: troppi sensi di colpa

Eleonora Tesconi
  • a
  • a
  • a

Il pirata della strada che ha travolto la quindicenne Beatrice Papetti a Gorgonzola, nel milanese, per poi scappare senza prestarle soccorso, ora ha un volto. In preda ai sensi di colpa, si è costituito alle forze dell'ordine del comando provinciale di Milano, martedì 16 luglio in serata, l'uomo, di nazionalità marocchina, che ha ucciso la giovane. El Habib Gabardi, 39 anni, operaio e ambulante con regolare permesso di soggiorno, ha detto ai carabinieri: "Non ho visto quella ragazza, ho avuto paura, non sono riuscito a pensare e sono scappato". "Solo allora - ha continuato - mi sono reso conto di quello che era successo, della tragedia che avevo provocato. E il rimorso è stato troppo forte, alla fine non l'ho più sopportato". Ora è in carcere. Mercoledì 10 luglio, la ragazza stava attraversando in bicicletta la strada Padana superiore insieme al cugino diciottenne, rimasto illeso, quando è stata travolta da un'auto giunta a forte velocità che non si è fermata dopo lo schianto. Beatrice, portata d'urgenza in ambulanza all'ospedale di Melzo, è morta in seguito alle gravi lesioni riportate nell'incidente. 

Dai blog