Cerca

Furbetti nel mirino

Feltri: "Controllate gli imprenditori che evadono"

9 Aprile 2015

9
Feltri: "Controllate gli imprenditori che evadono"

La lotta all'evasione alimenta l'odio sociale, avverte Vittorio Feltri nel suo editoriale di oggi.  Basta di sbattere intere categorie nel calderone degli evasori, spiega il direttore che punta l'indice sul sistema di riscossione tributi. Un sistema che il direttore definisce senza mezzi termini "deficitario, sgangherato e sciatto". "Si dà il caso che ormai", spiega Feltri, "grazie all'informatizzazione, ogni euro che entra o esce dalle nostre tasche sia tracciabile e non sfugga a eventuali controlli, che evidentemente non si fanno a puntino, viceversa ogni furbata verrebbe sanzionata". Per capire se qualcuno ha nascosto dei quattrini al fisco, dice Feltri, "non serve una grande intelligenza: basta avere dimestichezza con l'aritmetica per sgamarlo". "Siamo sottoposti a una sorveglianza asfissiante basata su carte di credito, telepass e altre diavolerie elettroniche da cui si evincono spostamenti fisici, transazioni varie in alberghi e ristoranti, negozi e supermercati. Se alla fine dell'anno l'agente delle tasse esamina i conti sospetti e compie un'investigazione elementare, non tarda a beccare in fallo il furbacchione da castigare".  Per Feltri "è inutile o meglio controproducente, seguitare a dire che il nostro Paese è in testa alla classifica mondiale di chi non versa le imposte se poi chi le deve incassare evita di farlo con criteri all' altezza dei tempi. Il nostro timore in realtà è che l'evasione in Italia sia fisiologica, ma venga spacciata per patologica con due obiettivi: alimentare l'odio sociale e non cessare mai di aumentare i tributi col pretesto che, se non li paga Caio, a Sempronio tocca pagarli due volte".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    09 Aprile 2015 - 20:08

    Alimentare odio sociale? E' nei fatti che pensionati e dipendenti versano l'80 % del gettito fiscale.Il reddito medio di 15.000 euro lordi,cioè 750 netti mensili degli imprenditori è una barzelletta ridicola e penosa.Inoltre a questi signori toccano anche tutte le agevolazioni fiscali derivanti dal basso reddito: esenzioni daTicket sanitario,tasse scolastiche ecc. ecc. Stato di merda

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    09 Aprile 2015 - 16:04

    agli imprenditori è proibito arricchirsi e fanno un mazzo tanto, mentre i politici parassiti dello Stato è concesso loro di divenire ricchi a spese del popolo. Lo Stato deve garantire il lavoro, gli imprenditori gli danno una mano per la propria convenienza per prima, questo non va dimenticato, Un imprenditore paga lo stipendio e contributi al lavoratore, il resto se lo goda pagando con tassebass

    Report

    Rispondi

  • totareo

    09 Aprile 2015 - 15:03

    siamo tutti incazzati per gli evasori,chi può lo fa chi non può le girano.pagare le tasse è un rapporto tra istituzioni e cittadino ,io pago e tu delegato offri servizi,garantisci sicurezza,suola,sanità e quanto prevede la costituzione. e quel che accade Lusi 5ml (50miliardi vecchie lire)Belsito (10 milioni diamanti,) regione piemonte mutande verdi e quant'altro(centro destra) vibratori,libri ec

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media