Cerca

Appunto

Filippo Facci: Luoghi d'evasione

7 Luglio 2015

5
Filippo Facci: Luoghi d'evasione

Il discorso più impopolare del mondo (anzi, d'Italia) consiste nel far notare che l'indignazione contro la corruzione spesso proviene dai primatisti del nero: alias artigiani, dentisti, medici, avvocati, ristoratori, commercianti, colf e badanti. Il discorso continuerebbe facendo notare che l'evasione italiana si colloca al terzo posto mondiale (dietro a Turchia e Messico) e che la base della corruzione è giusto l' evasione fiscale. Paradosso finale sarebbe ricordare quel sondaggio europeo (fonte: Eures) secondo il quale 7 italiani su 10 oltretutto vorrebbero gli evasori in carcere. Ma siccome è luglio, aggiungiamo un elemento stagionale: tanta indignazione - sempre contro la corruzione e contro l'evasione - spesso proviene da un popolo particolarmente recettivo verso i venditori abusivi che affollano le spiagge, come in parte spiegava Franco Levi sul Corriere di ieri: tutti sanno che questi ambulanti non sono lavoratori in proprio (cioè che vivono del loro) e che semmai sono terminali della criminalità organizzata: ma in media ce ne fottiamo. Ci divertiamo a comprare catenine, cazzatelle e soprattutto merce contraffatta che viene venduta alla luce del sole - è il caso di dirlo - con la tolleranza di amministrazioni e forze dell'ordine. Poi, con la stessa falsa rassegnazione con cui dimentichiamo di chiedere scontrini e fatture, riabbassiamo lo sguardo sul giornale e torniamo a tuonare contro corrotti ed evasori.

di Filippo Facci

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doc71

    08 Luglio 2015 - 13:01

    Facci mettiti il berretto in testa prima di esporti al sole. Il tuo unico neurone surriscaldato produce questo ciarpame giornalistico: la base della corruzione e' L' evasione fiscale. Ma si dai, sono proprio le categorie che Tu da illuminato scribacchino hai citato, la vera causa dei problemi economici che affliggono questa Repubblica fondata sul lavoro degli altri.

    Report

    Rispondi

  • lopri

    08 Luglio 2015 - 07:07

    L'informazione deve avere una equilibrata bibliografia a cui attingere e non "a pelle" per catturare il piu' possibile elettori o"seguaci" a seconda dei casi .Una delle molteplici serie fonti: Blogo con articolo ripreso da Repubblica del 2012 , figuriamoci con i dati aggiornati..... 1) L'economia criminale (mafia e malavita). 78,2 miliardi di euro l'anno. 2) Big company (le grandi aziende). 38 mi

    Report

    Rispondi

  • nick2

    07 Luglio 2015 - 14:02

    Bella questa! Chi ha approfittato e tuttora approfitta della carta stampata per difendere contro ogni evidenza grandi evasori fiscali, corruttori e mafiosi che hanno reso l’Italia una landa desolata senza speranza, cerca di farci sentire disonesti perché ogni tanto compriamo oggetti da venditori abusivi sulle spiagge. Facci, sei senza vergogna!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media