Cerca
Logo
Cerca
+

Il film porno? Me l'hanno suggerito gli alieni

La showgirl: "Gli extraterrestri mi hanno chiesto di diffondere l'amore"

Leonardo Diana
  • a
  • a
  • a

Sara Tommasi ha confessato ciò che l'avrebbe spinta a girare il suo primo film porno, la showgirl non è stata spinta dalla droga, come inizialmente sostenuto, ma addirittura dagli alieni. "Alcuni giorni prima di entrare in questo ambiente ho avuto un contatto con entità aliene che mi hanno impiantato un microchip nel cervello con lo scopo di diffondere l'amore nel mondo, due di loro sono stati sempre presenti di nascosto sul set". Intervistata nella villa di Fermo di Guido Maria Ranieri, il regista che l'ha diretta nel suo primo film a luci rosse, la Tommasi racconta i retroscena della chiacchieratissima pellicola. Guarda il video su Libero Tv La Tommasi e gli alieni - Dopo il primo racconto della showgirl, anche Ranieri conferma la versione della sua nuova musa: "In fase di montaggio mi sono accorto che nella scena girata nel bosco, in un frame, facendo molta attenzione, si nota apparire una figura scura che poi sparisce immediatamente dallo sfondo. Ricordo bene anche l'arrivo di un uomo vestito di nero all'inizio delle riprese, che affermava di essere il fotografo di scena, che poi però non ho più visto nel giro di pochi minuti". Secondo quanto raccontato dalla Tommasi e di Ranieri, le presunte “abduction”, termine con cui vengono definiti gli incontri tra alieni e umani, sarebbero avvenute due volte. La prima per impiantare il microchip e ordinarle di girare La mia prima volta e la seconda per invitare la showgirl a terminare in fretta l'opera. "Il giorno prima delle riprese, Sara mi ha telefonato alle 5 del mattino e mi ha raccontato di aver avuto di nuovo la visita, nel cuore della notte, di queste entità aliene che le hanno comandato di effettuare le riprese entro il giorno seguente, così siamo stati costretti a girare il film tutto di corsa".

Dai blog