Cerca

Berlusconi

Arabi, inglesi e russi
si contendono Villa Certosa
un paradiso da 470 milioni

Entro 48 ore a Parigi verrà firmato l'atto di vendita. Ampio mandato agli emissari che dovranno chiudere trattativa che sta andando avanti da circa tre anni

27 Settembre 2012

35
Arabi, inglesi e russi
si contendono Villa Certosa
un paradiso da 470 milioni

"Chi arriva se ne va malvolentieri" ha fatto incidere Silvio Berlusconi su un muro di Villa Certosa. E sicuramente non sarà facile per lui dire addio a quell'angolo di paradiso sulla costa Smeralda, anche se più volte è stato sul punto di farlo.  Adesso sembra sia arrivata l'ora. Entro le prossime 48 ore non sarà più lui il proprietario deglio oltre 120 ettari di terreni ampiamente bonificati e immobili vari, compresa la villa bunker, per oltre 4000 metri quadrati. Secondo quanto rivela la Nuova Sardegna, i suoi emissari della “Idra immobiliare srl” avrebbero fissato un appuntamento a Parigi, lontano da occhi indiscreti e dove mettere nero su bianco gli accordi finali per la compravendita del secolo. Il prezzo di Villa Certosa oscilla tra i 450 e i 470 milioni di euro. Una cifra che non ha impensierito i vari paperon de paperoni interessati a concludere l'affare: negli ultimi anni avevano tentato l'acquisto due magnati russi (uno dei quali molto vicino al presidente Vladimir Putin, amico personale dell’ex premier italiano), due principi arabi, altrettanti emiri ed un imprenditore londinese. Tutto è ora nelle mani degli emissari, i quali hanno ricevuto ampio mandato a trattare e chiudere una trattativa che sta andando avanti da circa tre anni.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Spartac

    30 Settembre 2012 - 19:07

    Ecco perchè Silvio vuole abolire l'IMU....

    Report

    Rispondi

  • sardapiemontese

    30 Settembre 2012 - 16:04

    mio padre era un minatore sardo che, nella metà degli anni 50,emigrò in piemonte per dar da mangiare alla famiglia. lui era un comunista dichiarato..tant'è vero che il maresciallo del paesino dove eravamo emigrati lo attenzionava costantemente, giusto per tenerlo sotto pressione. nel corso degli anni quel colore rosso..per mio padre....divenne via via arancione, giallo, fino a sviluppare una forte allergia a quel colore. ricordo ancora le sue parole: "laurè....i comunisti sono peggio dei preti...attenta a non commettere i miei errori" (per lui essere peggio dei preti era il peggior insulto che si possa immaginare) e strappò la sua vecchia tessera. lui era un idealista...voleva un mondo senza ingiustizie...lavoro e dignità....tutte quelle cose che ancora oggi i sinistri predicano per prendere voti,dopodichè se ne fregano allegramente di chi li ha votati....il mio babbo è morto a 81 anni con l'85% di silicosi....unico regalo di questa società democratica (si fa per dire)

    Report

    Rispondi

  • xabaras_1

    30 Settembre 2012 - 01:01

    per pagare le olgettine, si vende villa certosa? il nano sta messo male....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media