Cerca

Ma il portavoce smentisce: "Falso"

La moglie di Bersani al vigile:
"Multa? Lei non sa chi sono io"

Il settimanale "Chi" racconta l'arroganza dei potenti: Daniela Ferrari, per evitare la contravvenzione per divieto di sosta, avrebbe pronunciato la più odiosa delle frasi

30 Ottobre 2012

58
Daniela Ferrari e Pierluigi Bersani

Daniela Ferrari e Pierluigi Bersani

Il più classico, e odioso, dei "lei non sa chi sono io!". Obiettivo della potente di turno, evitare una multa. La protagonista, secondo la ricostruzione del rotocalco Chi, sarebbe Daniela Ferrari, la moglie del segretario del Partito Democratico, quel Pierluigi Bersani "amico del popolo". Ecco la ricostruzione offerta dal settimanale. La moglie del leader del Pd, impegnata a fare shopping in una profumeria di Ponte dell'Olio, in provincia di Piacenza, avrebbe visto una vigilessa intenta a multarla per divieto di sosta. La Ferrari esce dal negozio, si fionda dall'agente e contestando la multa le scappa quel "lei non sa chi sono io!". Chi cita poi altre testimonianze, secondo le quali il traffico del piccolo centro sarebbe rimasto paralizzato proprio a causa della sosta vietata di Lady Bersani. La vigilessa, però, sarebbe rimasta impassibile davanti alla frase della Ferrari: la sua intransigenza sarebbe stata accolta da un applauso dei passanti. La titolare della profumeria ha poi raccontato al settimanale: "E' tutta colpa del mio pos (il sistema di pagamento elettronico, ndr) perché ha ritardato il pagamento per motivi tecnici. E la signora Bersani, mia cliente, era davvero sulle spine".

La smentita - Subito è arrivata al smentita di Stefano Di Traglia, portavoce di Bersani, che ha bollato come falso l'articolo di Chi sulla moglie Daniela. "E' totalmente falsa la notizia riportata da Chi sulla moglie di Bersani che si sarebbe rivolta a una vigilessa con un lei non sa chi sono io", ha scritto Di Traglia su Twitter.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • selvaone

    02 Novembre 2012 - 15:01

    no fammi capire, hanno una catena di farmacie hai detto? dunque dovrebbero essere contro le liberalizzazioni se liberalizzano ci perdono soldi sui farmaci liberalizzati che possono essere venduti anche in parafarmacie o altri luoghi preposti. quando volevano liberalizzare le pompe di benzina le 4 sorelle han fatto bordello.

    Report

    Rispondi

  • giseppe

    02 Novembre 2012 - 09:10

    svegliati che loro mangiano mangiano e tu povero militante con la barba non arrivi a fine mese .

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    31 Ottobre 2012 - 21:31

    Ma cosa vuoi saperne tu, che stai alla magliana assieme ai tuoi compagni di merenda (la banda malefica). Sei sempre il solito ignorantone supponente che crede di saper tutto e invece non sa una beata mazza. Si da il caso che io sia più informato di te per conoscenza diretta del territorio e dei personaggi coinvolti. Ti basta o vuoi che te lo rispieghi ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Scontro tra tifoserie in Basilicata, un uomo muore investito: la prima ricostruzione

Gregoretti, Pietro Grasso: "Non è disappunto, la mia posizione è giustificata dal diritto internazionale"
Brad Pitt, clamoroso bacio dietro le quinte con Jennifer Aniston. E i fan sperano in un ritorno di fiamma
Giuseppe Conte

media