Cerca

Il caso in Puglia

M5S, gaffe su Facebook: "Assessore Minervini assenteista". Ma ha un tumore...

7 Aprile 2014

7
M5S, gaffe su Facebook: "Assessore Minervini assenteista". Ma ha un tumore...

Lo sfottò del Movimento 5 Stelle si trasforma in boomerang. I 5 Stelle di Lecce pubblicano su Facebook una ironica foto di Guglielmo Minervini, assessore regionale alle Politiche giovanili del Pd, etichettato come "assenteista". "Chi l'ha visto Minervini? - recita il poster - Manca una volta su cinque e prende il cento per cento dello stipendio". Peccato che per le sue assenze il 53enne Minervini abbia una buona spiegazione: sta combattendo contro il cancro ed è spesso impegnato in sedute di chemioterapia, come pubblicamente annunciato dallo stesso assessore mesi fa. E così al M5S leccese non è rimasto che esprimere scuse tardive, sempre via Facebook: "Auguriamo a Minervini una totale e pronta guarigione - si legge nel comunicato -. La nostra solidarietà e la vicinanza umana e morale per chi combatte una malattia (di cui non eravamo a conoscenza) dalla quale troppi sono affetti in Puglia, sono indiscusse. Pur progendo le nostre scuse all'assessore, non possiamo esimerci dal valutare come bassa e mediocre la strumentalizzazione della notizia ad opera del presidente Vendola che mai, finora, ha risposto alle insistenti domande che il territorio gli ha posto". 

La rabbia del Pd - Tra l'attacco e il dietrofront, infatti, c'è stato tutto il tempo per Nichi Vendola, Sel e il Pd pugliesi per attaccare i grillini. Il sindaco uscente di Bari Michele Emiliano aveva chiesto "pubbliche scuse" per Minervini: "Si tratta di una persona - sottolineava il dem Emiliano - che nonostante la grave malattia e le complesse cure che purtroppo richiede, ha continuato la propria attività lavorativa senza risparmiarsi. Il Pd pugliese dunque abbraccia Guglielmo sostenendolo in questo momento di imbarbarimento della lotta politica".

La replica di Minervini - Su Facebook e Twitter non sono mancati i contro-sfottò per il Movimento, mentre l'assessore ha preferito commentare con un sintetico post sul proprio profilo Facebook: "Silenzio. Oggi solo silenzio. E un pensiero. E' molto più volgare l'insensibilità che il linguaggio. Questo degrada la politica molto più di quanto possa offendere una persona. Grazie per l'affetto e la stima". Quindi l'invito a non replicare con l'insulto. "E' questa la trappola: stimolare il basso ventre. Invece, lo stile è la forma dei migliori pensieri". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • romamaccio

    07 Aprile 2014 - 19:07

    A Roma si dice: a do coio,coio, tirare nel gruppo! Credono che possano ripetersi con il consenso elettorale cavalcando il malessere degli italiani,soltanto il malessere questo signore ce là ed è molto grave, i parvenue grillini dovrebbero vergognarsi chiedendo scusa.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    07 Aprile 2014 - 18:06

    Criticano gli altri solo per criticare, non sono mai obiettivi verso loro stessi.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    07 Aprile 2014 - 18:06

    I clown non ne fanno una giusta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"Renzi non influisca sul governo". Boldrini, paura di perdere poltrone?

Scissione Pd, Matteo Salvini: "Storia annunciata, pensarci prima?"
Scissione Pd, AntonioTajani: "Fuoriuscite da Forza Italia? Non penso, il nostro elettorato è di centrodestra"
Davide Tabarelli, allarme per gli attacchi alle raffinerie: "Il pieno di benzina costerà 10-12 euro in più"

media