Cerca

Altro che sospetti...

Immigrazione, Jordi Vaquer della Open Society di Soros: "Non finanziamo salvataggi in mare"

L’uomo di Soros in Europa: spendiamo meno di un milione di Euro in Italia a difesa dei migranti

2 Giugno 2017

3
Immigrazione,  Jordi Vaquer della Open Society di Soros: "In Europa abbiamo un budget di 900 milioni di dollari"

È da Barcellona che il miliardario americano George Soros fa coordinare le attività della sua fondazione in Europa, la Open Society, impegnata in varie attività che includono combattere la discriminazione, la corruzione e a supporto dei migranti. Il suo uomo in Europa, racconta il Giornale, è il catalano Jordi Vaquer, capo dell’Iniziativa per L’Europa della fondazione con un budget di tutto rispetto devolto al supporto della società civile in oltre 100 paesi: "Ogni anno è di circa 900 milioni di dollari. Tutti i soldi - dice Vaquer - vengono da Soros e la sua famiglia".

I sospetti che circondano le attività filantropiche di Soros lo accusano di intromettersi negli affari interni degli Stati usando la scusa del sostegno umanitario alle Ong. Per molti resta una forza oscura: "Ovviamente ha delle idee - risponde il dirigente di Open society - che non piacciono a tutti. La sua è una visione del mondo molto liberale, dove contano i diritt e il potere è limitato".

Certo Vaquer chiarisce poco e niente come decidano di finanziare questa o quella Ong. A cominciare da quelle coinvolte nella polemica sui salvataggi pilotati nel Mediterraneo, come l'Avaaz, finanziata dalla fondazione di Soros per un mezzo milione di euro e accusata di essere in contatto con gli scafisti, tanto da intercettare i gommoni carichi di immigrati a poche miglie dalla Libia: "Noi non finanziamo le organizzazioni che fanno salvataggio in mare - spiega - Il fatto che un'organizzazione abbia ricevuto soldi da Open society non significa che la nostra fondazione l'appoggi in tutte le sue attività".

L'idea di fondo della fondazione di Soros non è "aprire le frontiere, ma un passaggio più sicuro" per gestire i flussi migratori. La questione annosa però resta sempre su come gestire gli immigrati economici: "Tutti i paesi che fanno parte della convenzione di Ginevra hanno l'obbligo di aiutare chi fugge dalla guerra e dalla repressione. Nessun accordo obbliga ad accogliere i migranti economici". E su questo è stato lo stesso Soros a dire la sua, quando ha apertamente parlato di immigrati economici come un'opportunità per l'Europa: "Soros pensa che ci sia la possibilitù di arricchire i Paesi europei con i talenti e le capacità dei migranti". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brontolo1

    02 Giugno 2017 - 20:08

    questi criminali vanno fermati!

    Report

    Rispondi

  • Fuk soros

    02 Giugno 2017 - 20:08

    Che Figli di puttana

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    02 Giugno 2017 - 20:08

    Ogni giorno muoiono milioni di essere umani innocenti, possibile che i malevermi non crepano mai?????!!!!!

    Report

    Rispondi

media