Cerca
Logo
Cerca
+

Di Cataldo si difende: "Litigavamo spesso, ma io non l'ho mai toccata"

Il cantante accusato di violenze dall'ex compagna respinge ogni addebito: "Profondamente addolorato"

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

''Questa donna è una persona a cui voglio molto bene. E' la madre di mia figlia. E' però una persona che può avere dei problemi, vista questa reazione. Quando una storia finisce a volte si può reagire male''. Lo ha detto Massimo Di Cataldo, il cantante accusato dalla compagna Anna Laura Millacci, che ha postato anche delle foto su Facebook, di averla picchiata. ''Abbiamo avuto spesso delle liti, ma non l'ho mai toccata, non ho mai alzato le mani su di lei''. Poco prima di salire sul palco del Premio Lunezia, a Marina di Carrara (Massa Carrara), dove ha cominciato la sua esibizione con la canzone E se adesso te ne vai, seguita da Camminando e da Come sei bella, il cantante ha detto di essere sconvolto: "Non riesco a credere a quello che ho visto". Poi ha annunciato l'intenzione di rivolgersi al suo avvocato: "Sto già prendendo provvedimenti legali per la grave accusa che ho subito. Ora il mio lavoro, seppur compromesso da questa imbarazzante vicenda, viene dopo, prima c'è la mia dignità di uomo. La verità verrà a galla. Io non temo poichè non ho niente da nascondere". Successivamente, ha precisato: "La denuncio, sono vittima di un'estorsione".

Dai blog