Cerca

Lo schifo e la lezione

Torino, la professoressa che insulta i poliziotti umiliata dalla figlia dell'agente: "Ma lo sai che...?"

28 Febbraio 2018

25
Torino, la professoressa che insulta i poliziotti umiliata dalla figlia dell'agente: "Ma lo sai che...?"

La figlia di un agente delle forze dell'ordine scrive alla professoressa che a Torino, Flavia Lavinia Cassaro, che durante la manifestazione contro CasaPound, insultava i poliziotti chiamandoli "vigliacchi" e augurando loro la morte. E il messaggio della ragazza fa impallidire gli antifascisti d'Italia. 




"Tu che gli urli dovete morire, vedi ogni volta che mio padre si allaccia gli anfibi e si chiude il cinturone ho davvero paura che qualcuno lo faccia morire - scrive la figlia nella missiva, pubblicata su un gruppo di sostegno alle forze dell'ordine su Facebook -. Forse tu non sai cosa vuol dire. Tu non sai cosa vuol dire vivere di turni, vivere di imprevisti, di compleanni in cui nelle foto ci sono tutti: tranne lui. Del pranzo di Natale che diventava freddo a forza di aspettarlo. Del cuscino vuoto accanto a mia madre. Del freddo, del sonno, del sangue sulla strada, degli insulti che gente come te ogni giorno rivolge a chi indossa una divisa".

"Cara professoressa, tu sai che mentre auguravi a quei ragazzi la morte a casa c'erano i loro bambini che si erano appena addormentati che si aspettavano di vedere i loro papà il giorno dopo come tutti i giorni? Lo sai che c'erano madri, fidanzate e mogli che in quel preciso momento stavano pensando a loro? E stavano pensando se magari potevano avere troppo freddo là fuori?". "Non sono dei mostri come li dipingete - scrive la ragazza a proposito dei militari - ma sono persone. Le stesse persone che chiamate a tutte le ore se avete bisogno di aiuto, e loro anche se voi gli augurate le morte vengono ad aiutarvi: perché hanno giurato di esserci, e quella divisa che tanto odiate rappresenta anche questo". "Cara prof - conclude -, ora vai e guarda negli occhi tuo padre e tuo marito/compagno/ fidanzato che sia (se ne hai uno), guardali negli occhi e cerca solo di immaginare cosa si possa provare: a sapere che tanta gente come te augura la morte a quegli uomini che per noi sono la vita". Nel frattempo il Ministero dell'Istruzione ha annunciato di aver aperto una indagine interna sulla insegnante, che il segretario Pd Matteo Renzi vorrebbe licenziare in tronco.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • contro razzismo

    contro razzismo

    28 Febbraio 2018 - 18:06

    Bisognerebbe espellerla dall'Italia, questa è un insegnante? Licenziatela!!! Libertà di parola non vuol dire incitazione alla violenza!!

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    28 Febbraio 2018 - 18:06

    Se Renzi facesse veramente LICENZIARE IN TRONCO questo TOPO DI FOGNA, IL 4 DI MARZO potrei anche decidere di uscire da casa e dargli il voto. Questo gesto potrebbe segnare l'inizio del suo riscatto. Alla fantastica ragazza che ha scritto quella meravigliosa lettera invece dico: TEMPO PERSO. Purtroppo quei soggetti vengono al mondo con un DNA DELINQUENZIALE ed ICORREGIBILE. Non può capirti.

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    28 Febbraio 2018 - 18:06

    La SOLITA MERDA COMUNISTA !!! Nulla di nuovo, SOLITA FOGNA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media