Cerca

L'iniziativa

Vittorio Feltri: "Una pistola con Libero per difendersi. Ma contro Luigi Di Maio..."

11 Ottobre 2018

2
Vittorio Feltri: "Una pistola con Libero per difendersi. Ma contro Luigi Di Maio..."

«Ogni giorno nella Savana quando sorge il sole una gazzella sa che per non venir mangiata dovrà correre. Ogni giorno nella Savana quando sorge il sole un leone sa che per mangiare dovrà correre. Non importa che tu sia leone o gazzella, se vuoi vivere devi correre». Trovo divertente e incontrovertibile questa osservazione anonima, la quale è anche l’invito a muovere le chiappe e darsi da fare, ammesso che si desideri sopravvivere. Qui non siamo di certo nella Savana, bensì dimoriamo in uno Stato che si dice civile nonostante l’inciviltà di molti dei suoi abitanti, politici inclusi. Eppure occorre darsi una mossa ed attrezzarsi in modo autonomo se si vuole salvare la pellaccia. Qualora aspettassimo l’intervento del legislatore per fornirci gli strumenti onde salvaguardarci, ci potrebbe capitare non solo di fare la muffa, ma pure di morire. Dunque, tanto meglio provvedere in proprio. E Libero desidera dare una mano ai suoi lettori, anzi mettergli in pugno una vera e propria arma di autodifesa. Ovviamente, legale.

Si tratta di una pistola al peperoncino all’avanguardia, ultimo modello, chiamata “MIDIFENDO GA3”, la quale non richiede il porto d’armi, è efficace, non letale, ha un getto potente 180km/h, una distanza di tiro di 3 metri, e - con buona pace degli ecologisti - non contamina l’ambiente.

A partire da sabato 20 ottobre i lettori di Libero potranno acquistarla in edicola al prezzo esclusivo di 43,50 euro anziché 59. Insomma, nel nostro piccolo, contribuiremo a proteggervi, poiché non possiamo pretendere che le forze dell’ordine siano onnipresenti e si dedichino ad ogni singolo cittadino minuto per minuto.

Tuttavia, badate bene: non vi potremo difendere dalla stupidità, dai danni prodotti dal ministro del Lavoro Luigi Di Maio, dall’aumento del debito pubblico né dallo spread. Ma almeno vi metteremo al sicuro dai malintenzionati, dai furfanti, dagli stupratori e dai delinquenti sempre più attivi sulla penisola, da Nord a Sud, complice l’accoglienza indiscriminata di chiunque abbia voluto usurpare il nostro territorio varcando le frontiere senza uno straccio di documento finendo obtorto collo con il vivere per strada nonché di espedienti, tra cui furti, rapine, aggressioni e chi più ne ha più ne metta.

Ci preme spingere il cittadino alla virtuosa autonomia, che non implica il farsi giustizia da sé, che noi aborriamo, bensì comporta l’adozione di quelle misure minime di tutela dell’incolumità e della sicurezza personale e dei propri cari. Le nuove armi sono innocue, hanno un costo accessibile, sono dissuasive e ci possono salvare la vita. Siamo altresì certi del fatto che genitori, nonni, mariti, fratelli, sorelle, saranno più sereni nel sapere che i congiunti che rincasano tardi la sera o sono costretti ad attraversare zone “pericolose” o a viaggiare su vagoni semivuoti in orari particolari hanno in tasca o nella borsetta un aggeggio di questo tipo, che non produce danni irreversibili e che consente a chi lo adopera di correre più veloce di una gazzella nella Savana sottraendosi agli artigli di chi vorrebbe fargli del male.

Alla fine, tutto il mondo è giungla!

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lellac

    12 Ottobre 2018 - 11:11

    Certo che fin che leggeremo commenti abominevoli come tale cecchini non possiamo pretendere che questo povero paese migliori.............

    Report

    Rispondi

  • patrenius2

    12 Ottobre 2018 - 08:08

    Bello, bellissimo... peccato che ancor più velocemente arriveranno nelle mani dei delinquenti!

    Report

    Rispondi

media