Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giulia Sarti, foto a luci rosse e video privati. Malizioso sospetto nel M5s: "Nelle ultime settimane..."

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Ricordate Giulia Sarti? Per qualche settimana, nel Movimento 5 Stelle, non si è parlato che di lei, deputata grillina di Rimini, e dello scandalo ritirato fuori dalle Iene: foto private a luci rosse messe in rete indebitamente, video girati nella sua abitazione romana, intercettazioni. Una storiaccia (nata peraltro dal suo coinvolgimento nella "Rimborsopoli" a 5 Stelle) che ha messo in imbarazzo i vertici del Movimento, tanto che Luigi Di Maio aveva subito assicurato che dopo la sua auto-sospensione sarebbe arrivata una "espulsione che credo doverosa". E invece? Fino a oggi, nulla. E anzi il Giornale parla apertamente di "insabbiamento". "Chi l'ha sentita, negli ultimi giorni, la descrive silenziosa, molto stanca, ma desiderosa comunque di rimanere nel M5s", spiega il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti. E finora il desiderio della Sarti è stato esaudito. Leggi anche: "Chi c'è dietro e perché la spiavano". Giulia Sarti, parla l'ex M5s Tra i grillini il timore diffuso era che "qualcuno sia stato filmato e registrato dentro la casa anche mentre parlava di politica". Politica che la Sarti continua a fare attivamente, in queste settimane di limbo: "Dopo qualche giorno di assenza, immediatamente dopo l'archiviazione di Bogdan (il suo ex collaboratore e accusatore), è tornata a frequentare Montecitorio. Addirittura ha partecipato al voto per la sua sostituzione al vertice della Commissione Giustizia dove si è insediata l'altra grillina Francesca Businarolo. E ha fatto discutere il suo voto contrario all'emendamento al Codice Rosso sul Revenge porn". Nessuna guerra al Movimento, toni bassi e concilianti. In attesa di una grazia dai probi viri?

Dai blog