Cerca

Tensione

Luigi Di Maio e la Rai, caos al Tg1 grillino: "Scontro fisico tra direttore e vice", mani addosso nell'ufficio

15 Aprile 2019

0
Rai grillina, crisi di nervi al Tg1: scontro fisico tra i due direttori del telegiornale

Insulti e spintoni nei corridoi Rai, precisamente al Tg1. Dagospia prima e Il Giornale dopo hanno parlato del fattaccio.  L' altro ieri c' è stato un acceso diverbio tra il neo direttore Giuseppe Carboni, in quota 5 Stelle, e uno dei suoi vice direttori, Angelo Polimeno Bottai, ritenuto di area centrodestra-sovranista. Si sono rivolti una serie di insulti e secondo i testimoni si sarebbe arrivato alle botte se non fosse state per l'intervento di un altro vicedirettore, Filippo Gaudenzi. Come si dice in questi casi, li ha divisi, prima che potessero arrivare alle mani.

Ricordiamo che la Rai è la tv di Stato. La questione è già arrivata sul tavolo dell' amministratore delegato Fabrizio Salini e sarà oggetto di un' audizione interna che potrebbe sfociare in provvedimenti disciplinari. Ma, soprattutto, l' episodio è figlio di un clima pesantissimo che si è creato in tutta la Rai da quando è governata dai vertici espressione della maggioranza gialloverde. Pressioni, faide: la tensione è stellare. 

Per approfondire leggi anche: Nomine Rai, intesa tra Lega e Movimento 5Stelle

Ma perché hanno litigato i due?  Polimeno avrebbe lamentato una  mancanza di organizzazione dei turni di lavoro e di coinvolgimento sulle recenti promozioni di caporedattori e graduati. Poi il clima si è surriscaldato e sono volate parole grosse, dalla stanza del direttore la discussione è finita in corridoio sotto gli occhi di alcuni testimoni. 
Certo è che da mesi molti colleghi del Tg1 si lamentano della gestione del nuovo direttore, arrivato dal Tg2 dove era "solo" un caporedattore per scelta del movimento 5 Stelle. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media