Cerca

orrore

"Cognome fascista, dichiaratamente di destra". La vergogna del Fatto di Marco Travaglio sulla rissa al Tg1

16 Aprile 2019

1
"Cognome fascista, dichiaratamente di destra". La vergogna del Fatto di Marco Travaglio sulla rissa al Tg1

"Il sovranista del Tg1 col cognome fascista". Titola così il Fatto quotidiano di Marco Travaglio l'articolo sulla rissa al Tg1. Giuseppe Carboni e Angelo Polimeno Bottai, i protagonisti dello scontro, si legge, "hanno entrambi inviato a Fabrizio Salini una propria memoria, per raccontare l'accaduto secondo il loro punto di vista".

La litigata è avvenuta sabato 13 aprile: il direttore e il vice sono quasi arrivati "allo scontro fisico. A dividere Carboni e Polimeno è stato uno degli altri vice, Filippo Gaudenzi, provvidenzialmente entrato nella stanza giusto un attimo prima che i due venissero alle mani, nel bel mezzo di urla, insulti e minacce.


Poi l'affondo del Fatto: "La vicenda di questo giornalista è curiosa. Fino a solo un anno fa per tutti, da Saxa Rubra al Transatlantico di Montecitorio, era Angelo Polimeno e basta. Poi, in concomitanza con le ultime Politiche, è spuntato il nome dell'antenato. Polimeno, infatti, è nipote di Giuseppe Bottai, ex gerarca fascista che durante il Ventennio fu ministro delle Corporazioni e dell'Educazione nazionale, nonché governatore di Addis Abeba, salvo poi mettere in minoranza Mussolini il 25 luglio 1943. E i più maliziosi a Saxa Rubra vedono in questa tardiva riscoperta delle origini un modo per farsi notare dalla destra sovranista ora giunta al potere a Viale Mazzini. Insomma, con l' aria che tira, certe origini meglio evidenziarle". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • A.MORRENI

    A.MORRENI

    16 Aprile 2019 - 10:10

    .... ma al fatto si facciano i fatti loro !

    Report

    Rispondi

media