Cerca

Il signore delle cifre

Sondaggio, Nando Pagnoncelli: infedeltà e impulso, perché ogni tanto le rilevazioni non ci azzeccano

18 Giugno 2019

0
Nando Pagnoncelli

Maledetto "voto d'impulso", nemico giurato dei sondaggisti. Della questione ne ha parlato Nando Pagnoncelli, ad di Ipsos Italia, nel corso di una tavola rotonda che si è tenuta al convegno nazionale della Società italiana di statistica a Milano oggi, martedì 18 giugno. I curatori della tavola rotonda, riporta Il Messaggero, hanno chiesto a Pagnoncelli perché negli ultimi tempi i sondaggi, spesso, sbagliano. E il sondaggista ha spiegato che la risposta sta solo in parte nell'imperfezione tecnica, quanto piuttosto nel comportamento degli italiani. L'infedeltà ai partiti votati la volta precedente, nel Belpaese, è tra le più alte d'Europa, e inoltre vi è un continuo arrivo di nuove formazioni politiche, in grado di aumentare il già citato "voto d'impulso", ossia quello deciso nelle ultimissime ore e non comunicato nei giorni precedenti. Infine, Pagnoncelli ha proposto un ritorno alla "funzione originale del sondaggio": interpretare la società, non prevedere cosa accadrà in futuro.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti

Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"
Che tempo che fa, David Grossmann con Liliana Segre: "So cosa ha passato"
Maltempo, Alto Adige in ginocchio sotto la neve: valanghe come colate di lava, interi villaggi devastati

media