Cerca

Responsabilità

Maria Giovanna Maglie a Fuori dal Coro: "Ben venga l'uomo forte dopo decenni di insulsa mediocrità"

15 Gennaio 2020

2
Maglie

Si parla di "uomo forte" a Fuori dal Coro, la trasmissione di Mario Giordano in onda il 14 gennaio in prima serata. In studio c'è Maria Giovanna Maglie, che esprime il suo punto di vista sul tanto dibattuto argomento che riguarda strettamente Matteo Salvini

Per approfondire leggi anche: "Chi ha fatto meglio di Di Maio e Conte"

Quest'ultimo, nei giorni della crisi di governo, invocò pieni poteri scatenando l'indignazione della sinistra e addirittura i paragoni con Benito Mussolini. Fatto sta che, secondo un recente sondaggio Demos, oltre il 90% degli intervistati vuole un leader forte, che sappia condurre il Paese senza indugi. "Ritengo che nel desiderio degli italiani dell'uomo forte non ci sia niente di male - dichiara la Maglie - anzi è un bene. Abbiamo bisogno di un leader che sia finalmente capace di assumersi le responsabilità e di prendersi dei rischi dopo decenni di intollerabile ed insulsa mediocrità".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lellac

    15 Gennaio 2020 - 10:31

    Verissimo. Ed è il desiderio della maggior parte della gente che ragiona.

    Report

    Rispondi

  • Giovanniv36

    15 Gennaio 2020 - 09:08

    ....sull'uomo forte possiamo essere di accordo. Però è necessario che l'uomo forte sia andato a scuola. Per esempio! prendiamo Cottarelli. È certamente un uomo forte ma cacc quanto è bravo. Salvini di cosa è bravo? di affissione manifesti di partito? insomma se sfottiamo il Luigino perchè ha studiato da bibitaro .....e poi.....

    Report

    Rispondi

Vito Crimi, il tragico leader M5s: la gaffe, non conosce neppure quali sono le "Cinque Stelle"

"Indegno, inaccettabile, oscurantista". La violenza di Giuseppe Conte, colata d'insulti a Salvini / Video
Emilia Romagna, Stefano Bonaccini s'infuria con la sicurezza: "Basta, fate solo casino. Sto parlando in tv"
Emilia Romagna, papà Borgonzoni al comitato di Stefano Bonaccini: "Non mi dispiace per mia figlia Lucia"

media