Alla ribalta

Sardine, il ragazzo dislessico cambia versione: "Non ho lasciato il lavoro per le minacce, ho avuto un refuso"

19 Gennaio 2020

Sardine, il ragazzo dislessico cambia versione: "Non ho lasciato il lavoro per le minacce, ho avuto un refuso"

Ho perso il lavoro, anzi no. Sergio Echamanov, il ragazzo dislessico balzato agli onori delle cronache per un post di Salvini su un suo intervento sul palco delle Sardine, ieri in un video girato con il leader del movimento, Mattia Santori, aveva spiegato di aver perso il lavoro per colpa di quanto successo.




«A causa delle minacce che ho ricevuto mi è stato consigliato di non lavorare più, anche dal mio avvocato». Insomma, per motivi di sicurezza l' avvocato Cathy La Torre avrebbe consigliato al giovane di lasciare il lavoro, tutto per colpa del cattivo Salvini. «È un periodo un po' difficile, ma le Sardine mi stanno aiutando tanto», aveva concluso Sergio. Ma ecco, che solo poche ore dopo, il 21enne sul suo profilo Facebook ha ammesso che no, «la mia avvocata La Torre non mi ha mai consigliato di dimettermi o di allontanarmi dal mondo del lavoro, mai e mai. Ho avuto un refuso, dovuto al grande stress, i tempi stretti». Ecco, colpa del refuso.