Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Serracchiani a Ballaròa scrocco sull'aereo di Stato

Un grillino smaschera la presidente del Friuli: viaggio da Trieste a Roma grazie a Enrico Letta. Ma lei confessa: il ritorno me lo ha pagato la Rai

Ignazio Stagno
  • a
  • a
  • a

«Sì sono andata a Ballarò con un volo di Stato, che male c'è?» Deborah Serracchiani, la renziana presidente del Friuli Venezia Giulia, lo scorso 26 novembre a Trieste è salita a bordo dell'aereo-blu della Presidenza del Consiglio, destinazione  Roma per sedersi su una poltroncina del salotto tv di Giovanni Floris. A cogliere la Serracchiani con le mani nella marmellata è stato il consigliere grillino Cristian Sergo. Il pentastellato ha notato l'ubiquità della governatrice che a pomeriggio inoltrato  presenziava a Trieste a un vertice internazionale col premier Enrico Letta, ma tre ore dopo, con tanto di make up e trucco in viso, era già davanti alle telecamere di Rai3 in via Teulada a Roma.  A ricostruire gli spostamenti della Serracchiani, c'è un'interrogazione in Consiglio Regionale. «La presidente alle ore 17.10 - si legge nel documento - era ancora a Trieste. Poco meno di quattro ore dopo, la Serracchiani si trovava già a Roma negli studi di Rai3 per partecipare alla trasmissione Ballarò in qualità di rappresentante del Pd. Mai di governatrice del Friuli Venezia Giulia». I fatti sono chiari. Con le spalle al muro la Serracchiani non ha potuto far altro che ammettere: «Il 26 novembre scorso, seguendo una prassi consueta gestita dal Cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il viaggio d'andata sono stata ospite del presidente Letta, con il quale ho proseguito i colloqui iniziati a Trieste. Del mio ritorno in Regione invece si è occupata la redazione di Ballarò» (...) Continua a leggere l'approfondimento di Ignazio Stagno su Libero di venerdì 20 dicembre  

Dai blog