Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Willy Monteiro, Chiara Ferragni e Fedez: "Colpa della cultura fascista, i giornali hanno umanizzato gli aggressori". Ma dove?

  • a
  • a
  • a

Fedez e Chiara Ferragni si sono scagliati sui social contro la cultura fascista che sarebbe alla base dell'omicidio di Colleferro, dove il giovane Willy Monteiro Duarte ha perso la vita in seguito a un brutale pestaggio. Fedez ha condiviso e "sottoscritto" il comunicato pubblicato di Instragram da Spaghettipolitcs in cui si accusa la stampa di essersi prodigata ad "estremizzare l'avvenuto in due modi: 1) umanizzando gli aggressori "bravi ragazzi" 2) mettendo la colpa sulle arti marziali che praticavano. I giornali però non mettono il loro focus sul fascismo predominante nella vita di queste persone. Addirittura c'è chi propone di eliminare le arti marziali. No Amo, il problema  lo risolvi", si legge, "cambiando e cancellando la cultura fascista e sempre resistente in questo paese di m*rda". Non è dato sapere quali giornali abbiano letto gli autori di Spaghettipolitic e quale anche i Ferragnez. 

 

 

La blogger comunque ha postato anche lo screenshot di un articolo de La Repubblica; nel titolo, i familiari del killer dicono del giovane morto che "era solo un immigrato", ha scritto: "Dove finiremo?" si interroga la Ferragni, che aggiunge: "Condoglianze alla famiglia di Willy, mi spiace che oltre alla sofferenza dobbiate subire anche queste cose". Già lo scorso giugno la Ferragni aveva preso una posizione netta contro il razzismo, scendendo in piazza a Milano per la manifestazione Black lives matter insieme all'inseparabile marito Fedez.

Dai blog