Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maria Giovanna Maglie contro Renato Brunetta: "Mes subito? La vecchiaia non si può evitare, il ridicolo sì"

  • a
  • a
  • a

Maria Giovanna Maglie non ci è andata per il sottile con Renato Brunetta, che ha aderito all’intergruppo parlamentare Camera-Senato che si chiama “Mes subito” e che ovviamente si pone l’obiettivo di attingere ai 37 miliardi “per sostenere investimenti in ospedali, scuole e trasporti relativi”. La giornalista ha però stroncato l’iniziativa, confermando la sua posizione avversa al Mes: “Dovrebbe valere per tutti noi la regola aurea secondo la quale la vecchiaia non si può evitare, il ridicolo sì”. Insomma, un affondo mica da ridere all’indirizzo di Brunetta e quindi di Forza Italia, che è sempre stata favorevole al Mes nonostante la dura opposizione di Lega, Fdi e pure del M5s. Nella richiesta di adesione al gruppo del “Mes subito” si legge che la seconda ondata di coronavirus impone la “necessità di utilizzare tutte le risorse disponibili a favore del sistema sanitario nazionale, senza rinvii”. L’obiettivo è di mettere in campo ogni iniziativa utile per “scongiurare il rischio della perdita di fondi irripetibili, nelle condizioni di accesso, restituzione e nell’ammontare delle risorse disponibili, per la sanità italiana”. 

 

 

Dai blog