Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sicilia: 6mila euro al mese di vitalizio per Cuffaro, Candela 'e' diritto acquisito'

default_image

  • a
  • a
  • a

Palermo, 3 mag. (Adnkronos) - "Non aggiungiamo sofferenza a sofferenze. il vitalizio e' frutto di leggi preesistenti, non dovute alla legislazione riferibile a Cuffaro. Siamo in presenza di un diritto acquisito". Così l'avvocato Nino Caleca, legale di Salvatore Cuffaro, commenta all'Adnkronos la notizia, pubblicata oggi sull'edizione locale de la Repubblica, del vitalizio da seimila euro al mese percepito dall'ex presidente della Regione. L'ex governatore della Sicilia, a Palazzo d'Orleans per otto anni e, dal gennaio 2011, in carcere a Roma per una condanna a sette anni per favoreggiamento aggravato alla mafia, riceve la pensione in qualita' di ex deputato dell'Ars da tre anni, ovvero da quando e' decaduto dal suo incarico di senatore a Palazzo Madama. Non esiste infatti alcuna norma che sospenda la corresponsione del vitalizio per gli ex deputati agli arresti e anche il decreto Monti sui costi della politica (recepito da un regolamento da poco approvato dall'Assemblea regionale siciliana) non avra' alcuna conseguenza in quanto prevede la sospensione solo per i condannati per reati contro la pubblica amministrazione con previsione della pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici. "E' stata una scelta del legislatore tutelare la pubblica amministrazione" conclude l'avvocato Caleca.

Dai blog