Cerca

Il bilancio

Quirinale, conto salato: aumentano le spese

7 Aprile 2017

11
Quirinale, conto salato: aumentano le spese

Altroché sobrietà. Le spese del Quirinale, nonostante gli annunci di tagli, sono aumentate. Nel 2015, infatti, i costi complessivi preventivati erano pari a 344 milioni, nel 2016 erano 343, e quest'anno, secondo quanto si legge nel bilancio di previsione 2017 pubblicato nei giorni scorsi e riportato dal Tempo, il Quirinale spenderà oltre 354 milioni di euro. Inoltre, "tale spesa è prevista in aumento dello 0,86% rispetto al dato iniziale 2016" salendo nei prossimi anni con "un incremento dello 0,91% nel 2018 e dello 0,29% nel 2019".

Solo per il personale, la spesa quest'anno arriverà a quota 112 milioni di euro, in crescita rispetto al 2016, le pensioni del personale in quiescenza ammontano a 94,7 milioni. Nella spesa generale per il personale c'è anche una voce per le consulenze e le collaborazioni del capo dello Stato, che può contare su un fondo di 1,2 milioni di euro. Solo di cerimoniale spenderemo, quest'anno, quasi un milione di euro (880mila euro nel 2016), di cui 95mila in doni e onorificenze. E ancora: 15mila euro per i servizi fotografici, 12 mila euro per la manutenzione delle attrezzature fotografiche, 571mila euro tra agenzie stampa e comunicazione, 108mila euro per le spese telefoniche, 100mila per quelle postali.

C'è poi tutta la parte relativa alla manutenzione degli immobili alla fornitura di beni, per cui è previsto un capitolo di spesa che supera i 12 milioni. E ancora: reclutamento e formazione del personale (225mila euro), gestione dell'autoparco (550mila euro), vestiario e biancheria del personale (180mila euro), materiale di cancelleria (210mila euro), pulizie (1,5 milioni di euro). Infine, il materiale per giardini ci costerà 70mila euro più 180mila per la manutenzione ordinaria e 45 mila per quella straordinaria.  

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    08 Aprile 2017 - 12:12

    Ma che vi aspettavate ! Questo è tale e quale a tutta la nostra classe politica, e poi da dove viene se non dalla stessa, quindi lo sperperare denaro pubblico è normale anzi il non farlo potrebbe anche marchiarlo come il primo Presidente "pirla". Già non si vede, non si sente, ora pure spende . . . che volete di più !! E' nella norma.

    Report

    Rispondi

  • GianniPinotto

    08 Aprile 2017 - 11:11

    Mi dispiace molto: pensavo che il Presidente Mattarella fosse parco e coerente con la sua modestia. Governare il cosiddetto "apparato" è proprio difficile.

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    08 Aprile 2017 - 10:10

    Si sono dimenticati la spesa per i fiammiferi, che servono per bruciare i soldi... Vergogna!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media