Cerca

Ascesa

Massimo Mallegni, le dimissioni del sindaco di Pietrasanta che agitano Forza Italia

14 Settembre 2017

1
Il sindaco di Pietrasanta si dimette: "Berlusconi mi vuole in Parlamento"

Parte la corsa alle candidature in forza Italia in vista delle elezioni politiche. Ad aprire la maratona è stato, a sorpresa, il sindaco di Pietrasanta, Massimo Mallegni. "Silvio Berlusconi mi ha chiesto di candidarmi al Parlamento e di occuparmi di temi nazionali, riducendo lo strappo tra la politica e i cittadini". Il primo cittadino ha annunciato le proprie imminenti dimissioni davanti ai dipendenti comunali, riuniti nel teatro cittadino per il resoconto di metà mandato. Dare spazio a manager (come Parisi a Milano), professionisti e amministratori locali estranei alle manovre di palazzo e al tatticismo, è da sempre per Berlusconi un elemento chiave per ridare credibilità al sistema politico. La famosa società civile.

Questa volta, però, le dichiarazioni di Mallegni hanno provocato un po' di trambusto in Forza Italia. Dall'entourage di Brlusconi fanno sapere che non c'è stata nessuna offerta di candidatura, quanto una "prospettiva di un nuovo impegno sul piano nazionale". Nessuna promessa, dunque. Il sindaco della Versiliana, la kermesse che quest'estate ha ospitato politici di primo piano, ribatte e parla di una decisione difficile ma necessaria. "Potevo aspettare una chiamata dopo le Politiche, conservando posto e stipendio, ma da persona seria ho scelto di fare un passo indietro".

Eletto sindaco per la prima volta nel 2000, e poi ancora nel 2005, venne arrestato nel 2006 per corruzione, e poi assolto o prescritto da tutte le accuse. Di nuovo sindaco nel 2015, con una lista civica sostenuta da tutti i partiti di centrodestra, nel 2010 si candidò al consiglio comunale con un manifesto elettorale che lo ritraeva in manette. La decisione di Mallegni, che è anche vice coordinatore azzurro in Toscana, ha subito scatenato un vespaio dalle parti di Lega e Fdi, che lo hanno accusato di "personalismo deleterio". Il sindaco, che deve ancora formalizzare le dimissioni, rivendica di aver lasciato una città "con i conti in ordine e prospettive di sviluppo". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • canca44

    15 Settembre 2017 - 12:12

    inserire nel programma del centrodestra asili e case di riposo gratis per bambini e anziani.

    Report

    Rispondi

media