Cerca

Lo scenario

Manovra, Bechis e l'inquietante verità sulle cifre: quelle che il governo non vuol dire

18 Dicembre 2018

0
Manovra, Bechis e l'inquietante verità sulle cifre: quelle che il governo non vuol dire

Solo a guardare i 7,65 miliardi di tagli imposti dalla Commissione europea al governo italiano possono raccontare quanto pesante sia stato l'effetto sulle promesse lanciate nei mesi scorsi da Lega e M5s. Quel che non viene detto in modo del tutto chiaro e sincero, come riporta Franco Bechis sul Tempo, è che nel caos del bilancio pubblico nessuno ha avuto nè voglia nè capacità di mettere nero su bianco dove saranno tagliati quei miliardi. Ma soprattutto ci sono conti che non tornano, perché quel taglio di 7,65 miliardi potrebbe essere ben più alto.

Leggi anche: Governo spacciato? L'incubo dell'esercizio provvisorio: cos'è, quando può scattare e come può rovinare l'Italia

Le modifiche sulla manovra sono cominciate da un attimo prima che era stata pensata, sin da quel deficit iniziale stimato su 43,7 miliardi di euro. Cifra rivista una prima volta, poi una seconda volta, per poi arrivare a poco più di 36 miliardi. La differenza naturalmente andrà colmata o con maggiori entrate o con minori spese. Di certo non si potranno toccare le coperture per evitare l'aumento dell'Iva, quindi il governo ha pensato a tagli di 4 miliardi su quota 100 delle pensioni e reddito di cittadinanza.

La soluzione più immediata sarebbe quella di tagliare ulteriormente i fondi a copertura dei due cavalli di battaglia leghista e grillino. Le Europee però sono alle porte, così al ministro Giovanni Tria è stato dato l'ingrato compito di agire con le care vecchie forbici sulla spesa corrente: quella che i più eleganti si ostinano a chiamare spending review, ma di fatto è tagli indiscriminato di servizi ai cittadini.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Crisi di governo, parla Giovanni Tria: "I conti sono a posto. La legge di bilancio si può fare"

Gianluigi Paragone si schiera con Alessandro Di Battista: "Il Pd mostra la solita spocchia". M5s spaccato
Incendi in Amazzonia, le immagini aeree delle zone devastate. Terrificante
Giancarlo Giorgetti: "Vado all'opposizione con fierezza, non siamo minorati mentali"

media