Cerca

Alza il ditino

Marco Travaglio, grillino disperato a DiMartedì: insulti e menzogne su Matteo Salvini

17 Aprile 2019

3
Marco Travaglio, DiMartedì

Robe che soltanto Marco Travaglio. Il direttore del Fatto Quotidiano, nella serata del 16 aprile, era impegnato a difendere il M5s (superando come spesso gli accade ogni logica) negli studi di Giovanni Floris a DiMartedì, su La7. E il capo-ultrà pentastellato si è fatto portavoce di Virginia Raggi, difendendola dagli attacchi di Matteo Salvini e del Carroccio. "Con quale faccia la Lega parla male di Roma? Forse dimentica il patto della pajata con Alemanno, che è stato condannato. Ed è stato Roberto Maroni ad aver investito sui campi rom da ministro dell’Interno", attacca. Argomentazione che non ha alcun tipo di senso: l'ultimo giorno da sindaco di Alemanno fu l'11 giugno 2013, Salvini diventò segretario della Lega a dicembre dello stesso anno. Non si capisce, dunque, che tipo di responsabilità possa avere. Ma tant'è. Travaglio prosegue poi nell'attacco totale di Salvini: "Il suo linguaggio? Non parlo di fascismo, che è un altro cosa. Ma senza dubbio ammicca alla xenofobia", alza il ditino Travaglio, che sposa in toto la nuova linea sinistra che sta cavalcando il M5s.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peppino79

    17 Aprile 2019 - 16:04

    ciao Marco siamo tutti xenofobi non diciamo fesserie ma mai come i pidioni che sono aggiotatori in vece.

    Report

    Rispondi

  • leopard947

    17 Aprile 2019 - 13:01

    Il più somaro dei giornalisti guai se non sei dalla SUA!!!

    Report

    Rispondi

  • A.MORRENI

    A.MORRENI

    17 Aprile 2019 - 12:12

    ... ma che vuole costui ?

    Report

    Rispondi

Luigi Di Maio lascia la riunione dei gruppi M5s senza fare dichiarazioni. Bocche cucite tra i grillini

Simone Gautier, l'escursionista francese morto nel Cilento. Le operazioni di recupero della salma
Matteo Salvini bombarda Pd e M5s: "Il primo CdM devono farlo a Bibbiano"
Matteo Salvini: "Conte è ancora il mio premier". Dietrofront in arrivo?

media