Cerca

Dietrofront

Davide Casaleggio, la multa pagata in gran segreto al Garante della privacy: si auto-umiliano

20 Aprile 2019

0
Davide Casaleggio, la multa pagata in gran segreto al Garante della privacy: si auto-umiliano

Alla fine l'Associazione Rousseau di Davide Casaleggio in gran silenzio (dopo un annuncio del 4 aprile passato inosservato ai più) ha pagato la multa con la quale il Garante della privacy l'aveva punita per la scarsa trasparenza della piattaforma Rousseau, il sito usato dal M5s stelle per la gestione del refendum interni e soprattutto per la selezione dei candidati nelle varie tornate elettorali. Come riporta il Giornale, la Casaleggio ha pagato 25mila euro, sfruttando la clausola che le ha permesso di evitare il pagamento dell'intero importo della multa da 50mila euro nel caso si fosse impegnata a non impugnare la decisione del Garante.

Eppure quando il capo dell'Authority Antonello Soro aveva punito la piattaforma grillina, non erano mancate le reazioni scomposte da parte di Davide Casaleggio e Luigi Di Maio, che lo avevano accusato di portare avanti un'azione politica contro il Movimento essendo lui un ex parlamentare del Pd. Sostanzialmente la Casaleggio ha ammesso la colpevolezza, senza grandi clamori, confermando così tutti i sospetti sulla scarsa attendibilità del meccanismo di scelta dei candidati anche per le prossime elezioni Europee.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Contro-esodo, ferie finite per 7 italiani su 10. Bollino rosso sulle strade

Liguria, i vigili del fuoco soccorrono un escursionista in difficoltà su una parete rocciosa
Crisi di governo, parla Giovanni Tria: "I conti sono a posto. La legge di bilancio si può fare"
Gianluigi Paragone si schiera con Alessandro Di Battista: "Il Pd mostra la solita spocchia". M5s spaccato

media