Cerca

Giù la maschera

Giuseppe Conte grillino sfacciato, vuole le dimissioni di Armando Siri: così uccide il governo

20 Aprile 2019

0
Giuseppe Conte

Intervistato dal Corriere della Sera, Giuseppe Conte afferma che deve ancora decidere se chiedere le dimissioni ad Armando Siri, il sottosegretario leghista indagato e al centro del caso che sta terremotando il governo. Ma il premier, in verità, avrebbe già preso una decisione, con la quale conferma per l'ennesima volta la sua matrice grillina. L'indiscrezione viene rilanciata da La Stampa, secondo cui il premier finirà col chiedere un passo indietro al leghista. Dimissioni che però Matteo Salvini non vuole concedere in alcun caso. Il premier, riferisce il quotidiano torinese, è pronto a convocare Siri. E con i suoi più stretti collaboratori si è sfogato: "Deve dimettersi per una questione di opportunità, anche se non è previsto dal contratto. Non si tratta di formalismi. Il governo del cambiamento non può essere inseguito dall'ombra della corruzione. Lo dirò a Siri, dopo Pasqua gli chiederò un passo indietro. Anche a sua garanzia". Il presidente del Consiglio, dunque, sdraiato sulle posizioni grilline. Circostanza che potrebbe ulteriormente minare la tenuta del patto tra M5s e Lega, anche perché tra i piani alti del Carroccio in molti sono sfiorati dall'idea che alcune informazioni sul caso-Siri, alla procura siano arrivate proprio dai grillini.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media