Cerca

Manovre di primavera

Silvio Berlusconi e l'asse con l'ex grillino: nuova maggioranza, il piano per tornare al governo con Salvini

21 Aprile 2019

0
Silvio Berlusconi

E se il governo Lega-M5s cade davvero, che succede? Un'ultima ipotesi arriva dalle colonne del Corriere della Sera, dove si dà conto del possibile cambio di marcia di Matteo Salvini, il quale fino a poche settimane fa ripeteva che "io di tornare insieme a Silvio Berlusconi non me la sento proprio". Ma ora, con la tempesta degli ultimi giorni e il caso-Armando Siri, qualcosa potrebbe essere cambiato. La posizione, con i forcaioli grillini in pieno delirio, si è ovviaente ammorbidita: la prima opzione del ministro dell'Interno è tenere duro fino ad ottobre per poi tornare al voto. Ma se si rivelasse impossibile raggiungere quel traguardo, si potrebbe prendere in considerazione un piano B. Tanto che ci sarebbe anche stato un contatto tra il Cavaliere e l'entourage salviniano, forse non solo per gli auguri di Pasqua. Tommaso Labate, sul Corsera, scrive: "Nella squadra dei leghisti di governo e sottogoverno, tra quelle stesse persone che fino a ieri l'altro negavano con fermezza la possibilità di un ribaltone si registra un cambio d' atteggiamento". Forza Italia, come è noto, preme affinché i gialloverdi collassino, sostenendo che una nuova maggioranza è possibile, magari grazie ad alcuni "responsabili", transfughi grillini. Prosegue il Corsera: "C'è chi avrebbe individuato nell'ex M5S Salvatore Caiata, deputato e presidente del Potenza Calcio, l'uomo in grado di far transitare per il gruppo misto quelle decine di 'transfughi' M5S che - pur di evitare le urne - sosterrebbero un governo di segno diverso". Ipotesi, insomma, che ora sarebbe più concreta.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media