Cerca

politica

Amministrative: Castelvetrano sciolta per mafia torna al voto, in corsa anche un ufficiale Gdf

23 Aprile 2019

0

Palermo, 23 apr. (AdnKronos) - C'è anche un ufficiale della Guardia di Finanza in pensione tra i candidati a sindaco di Castelvetrano (Trapani), la città che ha dato i natali al boss Matteo Messina Denaro, che domenica andrà al voto. La città da due anni è sottoposta alla gestione prefettizia dopo lo scioglimento per mafia. Di recente era stato arrestato e poi scarcerato uno dei candidati a sindaco, nell'ambito dell'operazione Artemisia. Restano in corsa: il candidato Pd, l'architetto Pasquale Calamia, il cinquestelle Enzo Alfano, il legale sorretto da Fdi Davide Brillo, l’ufficiale della Guardia di Finanza - ora in pensione - Antonio Giaramita della lista Legalmente, l'avvocato Vita Alba Pellerito e Calogero Martire, entrambi sorretti da civiche.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Giorgia Meloni svela il vero obiettivo di Conte: "Salvare le poltrone del M5s"

Giuseppe Conte entra in Senato, applausi e strette di mano con i ministri 5 stelle. Gelo con i leghisti
Giulia Bongiorno: "Lega compatta, se c'è stata una rottura coi 5 stelle è solo perché vogliamo fare bene"
Luigi Di Maio lascia la riunione dei gruppi M5s senza fare dichiarazioni. Bocche cucite tra i grillini

media