Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mara Carfagna, il "no" alla corsa in Campania? Ma nella regione Forza Italia vale il 16%...

  • a
  • a
  • a

"Un incontro di lavoro che si è svolto, come sempre, all'insegna della cordialità e della costruttiva collaborazione". Questa la nota di Silvio Berlusconi in merito all'incontro di Palazzo Grazioli con Mara Carfagna, la parlamentare di Forza Italia di cui si teme la vicinanza allo scissionista Giovanni Toti e le avances provenienti da Italia Viva. Il partito del Cavaliere, Forza Italia, non può permettersi di perdere l'azzurra, dato che le elezioni regionali in Campania incombono, e lì la Carfagna ricopre il ruolo di coordinatrice del partito. Per approfondire leggi anche: Il sondaggio Noto nelle mani di Clemente Mastella: "Lega, FdI e Fi vinceranno anche in Campania" Mara Carfagna, che aveva criticato il suo partito per essersi appiattito sulle posizioni di Matteo Salvini, ha rifiutato l'offerta di Berlusconi di correre come candidato governatore della Regione Campania per la coalizione di centrodestra, almeno secondo quanto riporta Il Giornale. In Campania, Forza Italia è il partito ammiraglio della coalizione, in quanto - sondaggi alla mano  - si attesterebbe al 16% (con Lega al 13% e Fratelli d'Italia al 10%). Regione, insomma, decisiva per il futuro del partito. Una regione in cui, il peso della Carfagna in quel 16%, è enorme. Ragione per cui, si sussurrava, anche da Salvini potrebbe arrivare l'ok al nome di Mara candidata.

Dai blog