Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini, un'altra donna al comando? Susanna Ceccardi candidata in Toscana per battere la sinistra

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini non demorde e punta ancora a una candidatura pesante: quella di Susana Ceccardi nella rossa Toscana. Eppure quello che doveva essere un incontro risolutivo tra Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, si è invece rivelato un nulla di fatto. Durante la giornata di venerdì 6 dicembre infatti i tre leader si sono visti per discutere delle controverse candidature che il centrodestra intendere mettere sul piatto delle Regionali. Una questione spinosa soprattutto con la scalata nei sondaggi di Fratelli d'Italia che, in qualche maniera, ruba il primato decisionale alla Lega. Non è da meno il Cav che, nonostante i pochi consensi, vanta ancora grande stima al punto da non cedere e volere a tutti i costi una sua rappresentanza. Leggi anche: Salvini contro Conte: "Tolga il disturbo, questo è il governo sbagliato" E così l'appuntamento del trio - spiega La Repubblica - dovrà necessariamente essere replicato a domenica o lunedì prossimo, visto e considerato che il tempo vola. In Calabria, infatti, si vota tra cinquanta giorni esatti ed entro Natale le liste andranno chiuse e depositate. Ma il problema sussiste anche in Campania dove la Meloni e Salvini sono ostili a Stefano Caldoro, candidato in quota Forza Italia a cui l'ex premier non intende rinunciare. Una cosa in tutta questa confusione è certa, come detto in precedenza il leader leghista non indietreggia e sulla Toscana liquida così: "Qui il nome lo daremo a tempo debito", ha tagliato corto ad Arcore (dove appunto ha avuto luogo il vertice). Anche se in molti danno già per scontata l'eurodeputata e sindaca di Cascina. Insomma, un leader che punta sulle donne. E la Borgonzoni ne è un esempio.  

Dai blog