Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Becchi su Matteo Salvini: "Voli di Stato e rubli? Sono ridotti male se vogliono farlo fuori così"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Una storia che si ripete: Matteo Salvini di nuovo nel mirino per i 49 milioni della Lega. A prendersela con i soliti sinistri pronti a puntare il dito è Paolo Becchi che sul suo profilo Twitter non le manda di certo a dire: "Devono essere ridotti veramente male se per bloccare Salvini sono costretti a ricominciare con la storia dei 49 milioni ed i voli di Stato. E intanto il Paese, privo di una guida politica, continua la sua lenta agonia". Leggi anche: Matteo Salvini indagato per abuso d'ufficio: nel mirino 35 voli di Stato Proprio quest'oggi, giovedì 12 dicembre, il leader leghista è stato indagato per 35 viaggi effettuati quando era ancora ministro dell'Interno. Un'indagine che la Corte dei Conti aveva già liquidato e dunque archiviato, ma che pare proprio - in un momento di massimi storici per il Carroccio - essere tornata alla ribalta. Non finisce qui, perché da ieri la Guardia di Finanza sta eseguendo una serie di perquisizioni nell'ambito dell'indagine della procura di Genova sui 49 milioni confiscati in via definitiva alla Lega. Insomma, un vero e proprio assedio nei confronti del leader dai consensi più elevati.  Devono essere ridotti veramente male se per bloccare Salvini sono costretti a ricominciare con la storia dei 49 milioni ed i voli di Stato. E intanto il Paese, privo di una guida politica, continua la sua lenta agonia.— Paolo Becchi (@pbecchi) December 12, 2019

Dai blog