Cerca

Ritorno a 5 Stelle

Alessandro Di Battista, nuovo incarico nel M5s: così Luigi Di Maio cambia l'associazione Rousseau

14 Gennaio 2020

2
Di Battista e Di Maio

Alessandro Di Battista torna ad avere un incarico ufficiale nel Movimento 5 Stelle. Succede anche questo nei giorni in cui Luigi Di Maio sta varando cambiamenti importanti relativi all'associazione Rousseau per porre un freno ai malumori interni. In particolare, Di Battista sarà nel team dei referenti di Rousseau e, più precisamente, si occuperà del portale eventi del M5s insieme a Marco Coratti e Paola Taverna.

Per approfondire leggi anche: Le perplessità di Dibba

Forse allora era giusta la previsione di Paolo Becchi, che riguardo all'ex deputato grillino e l'espulso Gianluigi Paragone aveva detto "faranno qualche spettacolino". Per un big che rientra, un altro esce: si tratta di Max Bugani, che resta nel Movimento ma non è più socio di Rousseau, lui che è praticamente il vice di Davide Casaleggio. Questa è una delle conseguenze dei cambiamenti voluti da Di Maio, che ha modificato lo statuto del Comitato rendicontazioni e rimborsi: le principali novità riguardano la destinazione delle eccedenze, che andranno al Fondo per il microcredito e non più a Rousseau.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • principino1

    14 Gennaio 2020 - 17:39

    Ma non era il movimento 5 stelle che non dava importanza alle poltrone? Quanto mutato ab illo tempore !!!

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    14 Gennaio 2020 - 14:18

    ma non dovrebbe già essere e poi restare alcuni mesi in Iran? Poi i quaracquacquà sarebbero gli altri.

    Report

    Rispondi

Gregoretti, Giancarlo Giorgetti: "La maggioranza vuole il processo politico, la gente sta con Matteo Salvini"

Giorgetti contro il Pd: "Ci deridono per i comizi? Loro organizzano  solo giovanotti che cercano di impedirli"
Luigi Di Maio corregge il tiro dopo la gaffe: "Italia informata dagli Usa subito dopo il blitz a Soleimani"
Paolo Becchi sulla legge elettorale: "La Consulta può ammazzare il maggioritario e favorire l'ingovernabilità"

media