Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emilia Romagna, Attilio Fontana: "Il Pd per vincere ha accompagnato ai seggi anche centenari e disabili"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Hanno portato a votare anziani e disabili". Il governatore leghista della Lombardia Attilio Fontana fa esplodere il Pd dopo le regionali in Emilia Romagna. Soddisfatto del risultato ("Se errore è riuscire ad arrivare al 42% ben vengano errori di questo genere. Spero che se ne ripetano altri, che si riesca a prendere ancora una massa di voti così imponente"), Fontana ha sottolineato come l'impresa nella roccaforte rossa "era difficile" perché "per la sinistra era l'ultima ancora di salvezza. È stata fatta una mobilitazione degna dei tempi andati, si è vista in televisione gente di più di 100 anni portata ai seggi, disabili accompagnati con i pulmini, una mobilitazione per salvare quel che resta di un'idea che ormai è svanita".   Leggi anche: "È stato un eroe". Che voto dà Feltri a Salvini dopo l'Emilia Dura la reazione dai democratici. "Ci permettiamo di dire al presidente Fontana che se una o più persone disabili hanno votato per confermare il governatore Bonaccini è perché in Emilia Romagna si sentono tutelate e non volevano essere trattate come i disabili gravi lombardi, privati con un tratto di penna di contributi essenziali per la loro assistenza per colpa delle decisioni di una giunta guidata dalla Lega", polemizzano Vinicio Peluffo e Fabio Pizzul, segretario regionale e capogruppo Pd in Consiglio regionale della Lombardia. "Nel giorno della visita del monsignor Delpini in Consiglio regionale Fontana manca di rispetto agli elettori dell'Emilia Romagna - concludono i due dem -. Pur di nascondere la sonora sconfitta della Lega mette in imbarazzo l'istituzione che rappresenta".

Dai blog