Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Giorgia Meloni al governo Conte: "Sospendere la borsa per fermare il contagio della paura e della speculazione"

  • a
  • a
  • a

"Il decreto coronavirus è stato gestito malissimo". Un'affermazione quasi ovvia, quella di Giorgia Meloni, alla luce del grosso pasticcio del governo, che ha fatto trapelare la bozza del decreto nella prima serata di sabato 7 marzo per poi provare a pulirsi la faccia con un'improvvisata conferenza di Giuseppe Conte alle 2.30 del mattino. "Dopo aver scatenato il panico tra i cittadini - spiega la leader di Fratelli d'Italia - evitiamo di scatenarlo pure tra gli investitori. Il governo ora adotti tutti i provvedimenti possibili per impedire che la speculazione finanziaria metta in ginocchio l'Italia. Valuti se sospendere le contrattazioni di borsa per dare modo di metabolizzare gli ultimi provvedimenti e frenare i comportamenti più irrazionali". Insomma, per la Meloni potrebbe essere una scelta saggia la chiusura della borsa in un momento di piena emergenza sanitaria: "Di certo vanno vietate in questa fase le vendite allo scoperto, ossia lo strumento con cui pochi cinici e razionali speculatori possono fare fortuna sulla legittima irrazionalità dei piccoli investitori. Il contagio del virus - chiosa la Meloni - va giustamente contenuto, ma va fermato anche il contagio della paura e della speculazione". 

Dai blog