Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Teresa Bellanova, Claudio Borghi: "Piange come la Fornero, cosa sogno io". Rabbia Lega: "Nessuna lacrima per Brescia e Bergamo"

  • a
  • a
  • a

Le lacrime di Teresa Bellanova per l'accordo nel governo sulla sanatoria dei migranti provoca la rabbia del centrodestra, senza distinzione di partito. La Lega, con Claudio Borghi, è furente. "Elsa Fornero piangeva perché stava punendo i pensionati. La Bellanova piange perché sta premiando i clandestini. Spero di poter tornare al governo come primo partito e poter applaudire un ministro che premi i pensionati e punisca i clandestini, senza bisogno di piangere". Il predecessore della Bellanova alle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio parla di "mondo al contrario" per "un ministro che si commuove per aver ottenuto la regolarizzazione di clandestini mentre tanti lavoratori ancora oggi aspettano una concreta forma di sostegno". E il collega Paolo Grimoldi, deputato e segretario della Lega lombarda, rincara la dose: "Ci fa piacere che la Bellanova sia così sensibile da piangere per la regolarizzazione dei clandestini. Peccato che nessuno nel governo abbia versato analoghe lacrime quando a Bergamo e a Brescia morivano centinaia di persone ogni giorno perché loro non avevano fatto nulla per evitare il diffondersi della pandemia".

Dai blog