Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Riccardo Riccardi del M5s attacca la Lombardia alla Camera: proteste della Lega e caos, seduta sospesa

  • a
  • a
  • a

La vergogna grillina in aula alla Camera. Era il giorno dell'informativa di Giuseppe Conte in Parlamento su Fase 2 e coronavirus. E subito dopo l'intervento del premier ha preso la parola Riccardo Riccardi, deputato M5s. Il quale si è speso in un vergognoso attacco alla Lega e alla Lombardia. Parole che hanno scatenato il caos e la protesta, tanto che il presidente Roberto Fico ha dovuto interrompere i lavori. Frasi contro Giulio Gallera: "In orario alla conferenza e diceva che in Lombardia si faceva meglio della Cina". E ancora: "In Lombardia c'è ancora una situaziione da epidemia". Quindi le accuse per i tagli alla sanità pubblica, "i posti letto tagliati da Roberto Formigoni".

 

 

Nel dettaglio, il grillino apre il suo intervento in modo paradossale: "Signor presidente, lei ha sbagliato tutto fin dall’inizio. Doveva tenere aperto tutto. Perché si è rivolto agli scienziati? Perché mettere al primo posto la salute di tutti? Perché con 800 morti ha utilizzato il dpcm, che consente di intervenire immediatamente?". E ancora, parlando di Conte: "È stato chiamato dittatore. La Lega ha parlato di resistenza antifascista. Ha fatto addirittura mezz'ora di ritardo nelle conferenze stampa". E già a queste parole, dai banche delle opposizioni e in particolare della Lega, si scatenavano le proteste.

 

"Chi la attacca propone il modello Lombardia", continua Ricciardi. Altri grida dai banchi del Carroccio. Dunque la citazione di Gallera, "la puntualità dell’assessore lombardo Gallera, che ha fatto l’ospedale in Fiera con 21 milioni per 25 pazienti: ecco come sono stati spesi i soldi dei cittadini". Quindi un attacco a Giorgetti, "chi ci va dai medici di base?". E ancora Formigoni, "che ha tagliato 5 mila posti letto pubblici, preferendo la sanità privata". Troppo. I leghisti si muovono dai banchi, via le mascherine, urla, bagarre. Il caos. tanto che Fico, come detto, è costretto a interrompere la seduta.

Dai blog