Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Fico, la "crisi inevitabile" del M5s: "Eravamo contro il potere e ora al potere ci siamo noi"

  • a
  • a
  • a

Il Movimento 5 Stelle è oramai allo sfacelo, se n'è accorto anche Roberto Fico. Il presidente, ovviamente grillino, della Camera dei deputati affida una lunga e amara ammissione alle colonne del Fatto Quotidiano, dove senza mezzi termini spiega: "Quando siamo nati eravamo contro il potere, e ora al potere ci siamo noi. Dobbiamo risolvere questa contraddizione. La crisi era inevitabile con la nostra entrata al governo". A conferma di ciò anche il triste esito delle Regionali del 20 e del 21 settembre. Elezioni che hanno visto la forza politica fondata da Beppe Grillo sparire in quasi tutte le regioni. "Ho detto subito che il M5S ha perso le elezioni - ha precisato anche Fico per poi fare dietrofront - ma non penso che questa sia la peggiore sconfitta della storia del Movimento, su questo non sono d’accordo con Alessandro Di Battista. Di Amministrative ne abbiamo perse tante".

 

 

 

A questo punto per la terza carica dello Stato la soluzione non può che essere "una governance", perché "l’epoca del capo politico così come l’abbiamo conosciuta è tramontata. Ora sarebbe meglio eleggere un portavoce nazionale e una struttura collegiale, che rappresenti tutte le anime, dagli attivisti ai consiglieri comunali e regionali fino ai parlamentari". E su ogni decisione Fico non ha dubbi: "Vanno consultati gli iscritti, online".

Dai blog