Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nicola Zingaretti e Roberto Gualtieri, Augusto Minzolini: "Litigio furibondo sul Mes"

  • a
  • a
  • a

L'emergenza coronavirus è tornata a picchiare con violenza in tempi rapidissimi. In Italia, la seconda ondata cresce. E terrorizza. Ovvio che in questo contesto si facciano sentire le voci di chi, da mesi, chiedeva di accedere al Mes, il controverso fondo salva-Stati rimodellato per l'emergenza sanitaria. Tra chi ha sempre insistito per il sì al Mes c'è il Pd, con il segretario Nicola Zingaretti in prima linea. Il tema è divisivo per il governo, con il M5s che non si muove dalla posizione di contrarietà, spalleggiato da Giuseppe Conte, al quale il "no" è stato imposto dai grillini come condizione ineludibile per la (sua) sopravvivenza politica.

 

Ed in questo contesto piove il retroscena firmato da Augusto Minzolini su Il Giornale, dove dà contro di un "litigio - dicono furibondo - tra Nicola Zingaretti e Roberto Gualteri. Un faccia a faccia in cui il segretario del Pd "perorava l'esigenza del Mes per far fronte all'emergenza sanitaria" e in cui il ministro dell'Economia, "per conto di Giuseppe Conte", rispondeva con un secco "no" per "salvaguardare la compattezza se non addirittura la sopravvivenza della coalizione", conclude Minzolini. Insomma, in un contesto drammatico il governo litiga. Un litigio che viene definito "furibondo" tra il ministro dell'Economia e il segretario del Pd. E se queste sono le premesse su cui verrà gestita la seconda ondata, Mes o non Mes, gli scenari appaiono cupi.

 

Dai blog