Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Claudio Borghi contro Giuseppe Conte: "Un uomo alla frutta. Cerca un tavolo di confronto? C'è il Parlamento"

  • a
  • a
  • a

Claudio Borghi ha avuto una reazione a dir poco sorpresa sentendo Giuseppe Conte parlare di un “tavolo di confronto” anche con l’opposizione. “Cosa?”, ha esclamato il deputato della Lega che ha poi aggiunto: “Il premier ha chiamato i presidenti di Camera e Senato per individuare un ‘luogo di confronto tra governo e parlamento’? C’è già, si chiama Parlamento”. Evidentemente Conte preferirebbe una cosa più ‘intima’ delle aule di Camera e Senato per condividere le decisioni con tutti: “Ho chiamato i presidenti - ha svelato al festival de Il Foglio - ho chiesto loro se c’è la possibilità di trovare uno strumento o un luogo dove confrontarsi in tempi rapidi con il Parlamento”. Questa richiesta è motivata dal premier dal senso di urgenza dettato dalla situazione epidemiologica che sta peggiorando in maniera preoccupante giorno dopo giorno: “È un’esigenza che ci sia un luogo di confronto quando ci sono da prendere misure in tempi rapidi”. Nello specifico Conte ha parlato di un tavolo di confronto che renderebbe il governo “ancora più sereno, prendendo decisioni e coinvolgendo tutti gli attori, come è giusto che sia”. Borghi invece crede che questo sia soltanto un altro modo per evitare il confronto con le opposizioni: “È incredibile, un uomo alla frutta”, è stata la dura chiosa sul premier. 

 

 

Dai blog