Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lucia Azzolina si scaglia contro il Pd: "Mi ha tradita, un giochino fatto ad hoc"

  • a
  • a
  • a

Presa in giro, tradita dal Pd. Così ha dichiarato di sentirsi la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, secondo una ricostruzione rilanciata ieri dal sitodi Repubblica. La titolare grillina del dicastero della scuola non si è sentita sostenuta nella sua battaglia per far rientrare in aula almeno il 50% degli studenti dopo le vacanze natalizie. Dopo che in consiglio dei ministri alla fine si era trovato un accordo sul ritorno in classe a dall'11 gennaio, le Regioni hanno fatto di testa loro e solo la Toscana rispetterà l'obiettivo. «La verità è che i ragazzi sono sempre gli ultimi», si è sfogata la Azzolina, «è stato un giochino fatto ad hoc, senza pensare a tutti quei ragazzini che dalla dad sono penalizzati per i motivi più diversi. E a quelle regioni dove neanche i bambini delle elementari sono ancora tornati a scuola». Quattordici Regioni hanno già annunciato che la didattica in presenza per metà degli studenti non ripartirà dall'11 gennaio.

 

 

E quando ripartirà? Si va in ordine sparso. In Lazio, Liguria, Piemonte e Molise il 18. In Lombardia il 25. In Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche e Calabria il 1° febbraio. Altre aspettano ancora prima di fissare una data, che d'altra parte sarà comunque provvisoria visto che nei prossimi giorni ci si aspetta un aumento sostenuto di contagi. L'unica Regione che rispetterà la data dell'11 febbraio è la Toscana. «Abbiamo un livello di contagi che ce lo consente e un piano che ci farà vaccinare tutti», ha assicurato il presidente Eugenio Giani. Ai malumori della Azzolina ha risposto il governatore laziale e segretario dem Nicola Zingaretti: «Vorrei dire alla ministra Azzolina che la politica e i partiti non c'entrano nulla. Quello che conta è la vita e la sicurezza delle persone a cominciare dalla scuola. Abbiamo sempre e giustamente difeso al massimo la didattica in presenza di elementari e medie. Ma per quanto riguarda le superiori è perfino superfluo ricordare che se i contagi aumentano in questa misura è sbagliato allentare le regole»

Dai blog