Cerca

Cossiga in fin di vita

L'ex presidente della Repubblica ricoverato al Gemelli di Roma per problemi respiratori. "Funzioni vitali critiche ma stabili"

9 Agosto 2010

60
Cossiga in fin di vita
"Funzioni vitali critiche ma stabili". Il bollettino medico del presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga non lascia spazio a molte speranze.  "Il paziente è ricoverato da lunedì 9 agosto 2010 presso il Centro di Rianimazione del Policlinico Universitario Agostino Gemelli in conseguenza di uno stato di insufficienza cardiorespiratoria, che ha comportato la necessità di ricorrere a procedure di supporto vitale. Attualmente le funzioni sono critiche ma stabili". Il linguaggio è freddo, le parole impietose, ma fuor di metafora il presidente Cossiga sta lasciando questo mondo. Il senatore a vita ha passato la seconda notte tranquilla.

82 anni il 26 luglio scorso, Cossiga è stato ricoverato due giorni fa attorno all
e 13 nell'ospedale capitolino Gemelli per problemi respiratori. Subito dopo sono arrivati i familiari, i due figli (Giuseppe e Annamaria) e don Vincenzo Paglia. Da principio la situazione non pareva grave, anche se i medici avevano ordinato di tenerlo dentro per la notte, per precauzione. Poi, improvviso, il peggioramento e il ricovero in terapia intensiva tanto che al presidente è stato somministrato il sacramento dell'unzione degli infermi. 

Intanto, al Gemelli, i telefoni squillano in continuazione per conoscere lo stato di salute dell'ex presidente, detto il picconatore. Il primo politico ad avere telefonato ai famigliari per fare gli auguri di buona guarigione è stato il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni. Oggi si è presentato il vicepresidente del consiglio Gianni Letta, che si è intrattenuto a parlare sia con i famigliari di Cossiga, Anna e Giuseppe; il direttore del Gemelli Cesare Catananti ha aggiornato Letta sulle condizioni del presidente. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    14 Agosto 2010 - 08:08

    A questo punto sono convinto che Cossiga abbia avuto un edema polmonare acuto per defaillance cardiaca. Subito soccorso con i farmaci atti alla bisogna, sicuramente non riusciva a recuperare e vista la drammaticità della situazione respiratoria(polmone ingorgato di trasudato per le alte pressioni del piccolo circolo causa l'insufficienza del ventricolo sinistro) è stato necessario intubarlo per le respirazione forzata a pressione positiva, in modo da ossigenarlo e magari drenare gli umori polmonari. Il difficile è ora recuperare la respirazione spontanea senza l'aiuto, cioè, delle macchine. Da quello che dicono i bollettini medici, pare che il past president,pian piano ce la stia facendo.SALVO RICADUTE! In bocca al lupo.

    Report

    Rispondi

  • gian65

    12 Agosto 2010 - 05:05

    quando muore una persona comunque e' una perdita. Cossiga che ha vissuto da interprete i periodi piu' brutti dell nostra storia, farebbe bene prima di presentarsi al creatore svuotare il sacco di tutte le nefandezze di cui lui e' a conoscenza e di cui ha anche partecipato. portarsi dietro segreti non gli servira' a nulla mentre parlando si riabilitera'

    Report

    Rispondi

  • dontfeedtheboss

    11 Agosto 2010 - 21:09

    Lei non sa leggere. Se Gladio era solo un club di volontari per la difesa dell'Italia, allora Al-queda è solo una onlus religiosa dedita alla difesa dei valori dell'Islam...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media