Cerca
Logo
Cerca
+

Crisi: Leaviss (M&G), Bce deve fare quantitative easing da 1.500 mld (3)

default_image

Finanza

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - "Gli spread delle obbligazioni high yield - prosegue Leaviss - stanno prezzando tassi di default del 50% nei prossimi cinque anni. Considerato che le aziende high yield hanno definito i loro finanziamenti in modo da evitare qualsiasi rischio di rifinanziamento nei prossimi due anni, prevediamo tassi di default molto bassi nel breve termine. Il nuovo mercato high yield di credito senior garantito che si sta sviluppando e che sta gradualmente rimpiazzando il mercato dei prestiti bancari a rischio condiviso, offre una nuova opportunita' per investire nelle cosiddette obbligazioni 'spazzatura' con profili di rischio piu' basso". "Le obbligazioni corporate non finanziarie rimangono, per la maggior parte, in ottima salute - prosegue Leaviss - l a fase di espansione degli ultimi anni e' stata troppo breve e troppo incerta per fare si' che le aziende abbandonassero le loro politiche conservative. Molte aziende hanno continuato a concentrarsi sul rafforzamento dei bilanci a causa delle incerte prospettive economiche. Liquidita' e bilanci rimangono solidi. Nel complesso, le aziende di settori extra finanziario continuano a essere in buone condizioni. D'altro canto le banche rimangono al primo soccorso. In primo luogo, i costi di finanziamento sono alti e rimangono pressioni sui mercati interbancari". "In secondo luogo - continua Leaviss - le deboli economie reali suggeriscono che i mutui problematici aumenteranno ancora. Terzo, misure regolatorie piu' rigide inibiranno la capacita' delle banche di generare profitti. Quarto, rimangono aperte alcune questioni cruciali circa l'esposizione delle banche al debito dei Paesi periferici. Infine, e' improbabile che gli obbligazionsti di debito senior bancario riusciranno ad evitare di condividere il caricodi debito nel medio termine". (segue)

Dai blog