Cerca
Logo
Cerca
+

Criminalita': Cancellieri, no omerta' a Milano ma si reinveste denaro sporco

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Milano, 19 dic. (Adnkronos) - Milano non e' una citta' omertosa, ma un territorio dove le criminalita' organizzate reinvestono il denaro sporco. E' quanto sostiene, in sintesi, il ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri. In occasione dell'inaugurazione della sede lombarda dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni confiscati, il neoministro interviene sulla presenza, in Lombardia, delle organizzazioni criminali. "Come cultura omertosa Milano non c'e' -spiega-, non c'e' la mafia nel senso che i cittadini milanesi sono consapevoli del loro diritto di cittadini e non soggiacciono alle prevaricazioni e denunciano". Per la Cancellieri "c'e' una forte capacita' di reazione, non c'e' la cultura di una popolazione assuefatta a fenomeni che, purtroppo, ci sono in altre zone del territorio". A Milano "c'e' invece, come in altre parti ricche del Paese e dell'Europa, l'utilizzo del denaro conquistato dalla mafia nei reinvestimenti. Questi sono territori appetibili dove c'e' ricchezza e capacita' di produrre. E in questo senso c'e' un problema". A chi le fa notare che secondo il procuratore aggiunto di Milano, Ilda Boccassini, e' difficile che gli imprenditori denuncino episodi legati alla criminalita' organizzata, la Cancellieri replica: "Forse nell'imprenditoria ci possono essere state delle difficolta'. Si tratta -conclude- di far crescere la volonta' di reagire che comunque c'e'. Bisogna dargli fiducia e reagire, reagire e reagire".

Dai blog