Cerca
Logo
Cerca
+

Borsa: Draghi rallenta listini, Milano fallisce rimbalzo e cede lo 0,16% (2)

default_image

Finanza

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - Contrastato il comparto bancario in chiusura di negoziazioni, con Unicredit che termina in rialzo del 2,2% a 0,69 euro; mediobanca +1,86 a 4,6 euro; Banco popolare +1,28%; Intesa Sanpaolo +0,33%. Scivolano in territorio negativo Mediolanum -0,89%; Ubi Banca -1,01%; Mps -2%; Bpm -2,99%; Bper -3,82%. Per quanto riguarda il settore dell'energia, i titoli sul paniere principale si muovono a due velocita'. Eni guadagna lo 0,27% a 15,13 euro, mentre Saipem cede l'1,21% a 31,17. In rialzo frazionale Tenaris che guadagna lo 0,37% a 13,51. Acquisti anche su terna che chiude a 2,54 euro (+0,87%); Snam Rete Gas (+1,21%); A2A +0,65%. Enel, invece, cede lo 0,2% a 3,01 euro, mentre Enel Gp perde lo 0,89% a 1,56. Oggi sono entrati in vigore i nuovi panieri di Borsa Italiana: Salvatore ha sostituito Fondiaria-Sai sul Ftse Mib. Il titolo del lusso italiano ha terminato questo avvio di ottava in ribasso dell'1,6% a 9,85 euro. Tra i luxury stocks in ribasso anche Tod's (-0,65% a 61 euro), mentre Aeffe ha guadagnato l'1,28%. Poltrona Frau, che ha annunciato oggi la vendita di Gufram, ha terminato la giornata in rialzo dell'1,8%. Tra gli editoriali in ribasso Mediaset (-3,18%), che soffre la possibile revisione del beauty contest, ovvero le modalita' di assegnazione delle frequenze tv per il digitale terrestre.

Dai blog