Cerca
Logo
Cerca
+

Lazio: finanziaria e bilancio 2012, la relazione di Cetica in Consiglio regionale (2)

default_image

Economia

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - In realta', secondo Cetica, e' elevatissimo il divario tra le necessita' delle Regioni e la disponibilita' del Governo, soprattutto in materia di trasporto e di salute. ''Diciotto mesi fa, - ha proseguito Cetica - al momento del nostro insediamento, abbiamo ereditato una massa imponente di debiti finanziari: 11,8 miliardi. Debiti per i quali il Lazio paga alle banche circa 3 milioni al giorno, tra rimborso del capitale, che costituisce un terzo di questa cifra, e degli interessi che costituiscono i due terzi; abbiamo trovato 5 miliardi di mandati emessi e non pagati e tutta l'anticipazione di cassa concedibile dal Tesoriere, circa 2 miliardi, interamente utilizzata; a questo si devono aggiungere quasi 6 miliardi di disavanzo e 4 miliardi di perenzione, impegni cioe' che presentano una anzianita' di oltre due anni e che verranno reiscritti in bilancio ed un extra debito della sanita' di 1.611 milioni, che con il disavanzo strutturale di 1.440 milioni, portava a 3 miliardi il buco della sanita'". Cetica ha comunque precisato che ''ricordare questi dati non serve tanto ad attribuire delle responsabilita' politiche e amministrative o ad alimentare polemiche, ma a fare comprendere fino in fondo ed in modo inequivocabile la straordinarieta' e soprattutto la dimensione delle misure che devono essere adottate per mettere il bilancio del la Regione Lazio su una linea di galleggiamento.''. Per Cetica questi progressi si sintetizzano ''con il grandissimo risultato ottenuto dalla Presidente Polverini sul fronte del disavanzo della sanita' che e' passato in soli diciotto mesi da circa 1 miliardo e mezzo a poco piu' della meta'''. (segue)

Dai blog