Cerca
Logo
Cerca
+

Basilicata: De Filippo, si continua su strada del rigore

default_image

Economia

  • a
  • a
  • a

Potenza, 20 dic. - (Adnkronos) - ''Il 2011 per la Basilicata ha mostrato i primi timidi segnali di uscita dalla crisi ma l'opera di rigore attuata dalla Regione Basilicata non puo' dirsi conclusa e deve proseguire tanto in virtu' delle ulteriori difficolta' finanziare dovute alla situazione nazionale e internazionale, tanto per essere in grado di affrontare difficolta' di livello globale non prevedibili e non determinabili dalle sole scelte locali''. Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, spiegando al Consiglio regionale le scelte fatte con la Finanziaria 2012 che e' ''articolata - ha sintetizzato - lungo i tre assi del rigore, dell'equita' e della crescita''. ''Il bilancio del prossimo anno - ha detto - risentira' di ulteriori tagli nei trasferimenti dello Stato, che si attestano a 112 milioni di euro a fronte degli 88 del 2011, e di una serie di spese prima coperte da trasferimenti statali ora interamente poste a carico del bilancio regionale, come e' per le politiche sociali e il personale delle comunita' montane. Fortunatamente - ha spiegato il presidente - ci siamo mossi con previdente anticipo, e la manovra di assestamento fatta sul bilancio 2011 ci ha garantito la tenuta dei conti". "Contiamo di avere un dimezzamento del deficit della sanita' - ha proseguito De Filippo - recuperando risorse per circa 20 milioni ma il decreto Monti ha previsto una riduzione del Fondo sanitario nazionale che dovrebbe essere compensata da un'addizionale Irpef, che in Basilicata prevediamo nella minore misura possibile, passando dallo 0,9 all'1,23%, mentre il previsto aumento delle royalty sulle estrazioni di petrolio e gas ci ha consegnato un ulteriore spazio di manovra di circa 15 milioni di euro. Ma la scelta di rigore assoluto e' l'unica che garantisce la tenuta dei conti''.

Dai blog