Cerca
Logo
Cerca
+

Il santo del giorno: 22 dicembre - Cabrini Francesca Saverio

default_image

Oroscopo

  • a
  • a
  • a

Roma, 21 dic. - (Adnkronos) - ''Colla tua grazia, amatissimo Gesu', io correro' dietro a te fino alla fine della corsa, e cio' per sempre, per sempre...''. Parole rivelatrici del destino di una santa, proclamata ''patrona degli emigranti'', la cui vita e' segnata da viaggi continui per riunire e restituire dignita' agli italiani sparsi nelle Americhe. Francesca Saverio Cabrini nasce nel 1850 a Sant'Angelo Lodigiano, in Lombardia, ultima di 13 fratelli in una famiglia contadina caratterizzata da forte spirito religioso e patriottico. Nel 1889 le viene proposta la direzione di una scuola a New York. Vent'anni dopo Francesca ha aperto piu' di 60 istituti per le figlie degli emigrati italiani, anche se l'impatto non e' facile: ''Gli italiani sono trattati come schiavi - scrive in una lettera - bisognerebbe non sentire amore di patria per non sentirsi ferita''. Gli Stati Uniti le conferiscono la cittadinanza, e il Comitato americano dell'emigrazione italiana la nomina ''la piu' illustre emigrata del secolo'', ma la sua attivita' continua incessante. Rischiando il naufragio, sbarca in Nicaragua, poi giunge a New Orleans, dove l'intera comunita' italiana e' malvista e ha bisogno di essere riorganizzata. Poi torna a New York, dove trasforma un ghetto per emigranti in uno dei piu' importanti istituti medici della citta', e infine va a Buenos Aires, dove arriva traversando le Ande a dorso di mulo e fondera' 15 collegi. Morira' a Chicago nel 1917, dopo avere attraversato l'Oceano 24 volte.

Dai blog